Svizzera, scoperti i discendenti di "Otzi"

Una scoperta davvero curiosa: in Svizzera sono stati scoperti 19 discendenti di “Otzi”, l’uomo preistorico rinvenuto 22 anni fa. I dettagli.

Immaginate 19 persone dirette discendenti dell’uomo preistorico: non è la trama di un film ma una reale scoperta dei ricercatori, che in Svizzera e in alcune zone limitrofe hanno scoperto dell’esistenza di 19 “diretti discendenti” di Otzi, l'”uomo preistorico” ritrovato nel 1991 al confine tra Italia e Austria.

Ad individuare i 19 personaggi è stata l’Università di Innsbruck: il “segno distintivo” sarebbe una mutazione genetica molto rara generata proprio da Otzi. Tra l’altro, nel corso degli anni, si è scoperto che Otzi aveva 46 anni, era intollerante al lattosio e predisposto all’infarto, oltre ad avere gli occhi marroni. Una volta scoperti i seguenti tratti, si è passato ad analizzare il sangue di 3700 donatori della zona in cui fu rinvenuto il corpo dell’ominide. Ebbene, tra quei 3700 donatori, 19 presentavano la stessa mutazione genetica che, quindi, conferma la loro “diretta parentela”.

Una scoperta importantissima che, quindi, apre le porte a nuove possibilità per studiare il passato e saperne di più sulle antiche civiltà che hanno abitato quelle zone e che, magari, sono proprio nostri avi!

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU TWITTER: Non perderti il mio format in diretta e partecipa in prima persona! I tuoi commenti saranno letti in diretta! CLICCA QUI!