Telefonia, dal 2016 Telecom diventa TIM

Grandi novità in arrivo per le utenze telefoniche domestiche: dal 2016, infatti, Telecom diventa TIM, con diverse novità. Ecco quali.

Dopo quasi 100 anni dalla sua fondazione, avvenuta nel 1924, Telecom, ex SIP, diventa TIM: le novità non risiedono solo in un cambio di denominazione che nasconde, ovviamente, la fine di un’epoca, che dal tradizionalismo del telefono, magari posizionato in corridoio, che ha unito intere generazioni, amori vicini e lontani, e sul cui filo sono corse piccole e grandi emozioni, passa al futuro della fibra ottica. No: le novità sono più profonde del semplice cambio di nome. Anzitutto, sulla bolletta sparirà il canone e il dettaglio delle telefonate. Parlando di struttura della rete, si passa dal tradizionalismo del doppino in rame al futuro della Fibra Ottica, che modificheranno il concetto di “comunicazione” in casa, permettendo di accedere a servizi avanzati, compresa la possibilità di usufruire di intere videoteche in streaming, restando sempre connessi e a velocità inimmaginabili. L’ADSL è già passato. Tutto ciò, avrà delle conseguenze anche sulle tariffe, che non saranno più a consumo ma tutto incluso in maniera illimitata: si paga una cifra che comprende già chiamate ed Internet.

Insomma: dopo la prima, grande, rivoluzione, avvenuta negli anni Sessanta, del telefono che arrivava in casa e dava – letteralmente – voce agli italiani, è tempo di una seconda rivoluzione, che trasporterà il “Bel Paese” (si spera) nel futuro… E verrebbe da dire che “era pure ora”!

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU TWITTER: Non perderti il mio format in diretta e partecipa in prima persona! I tuoi commenti saranno letti in diretta! CLICCA QUI!