Twitter raddoppia i caratteri contro la crisi: da 140 si passa a 280!

Twitter raddoppia i caratteri - Contro la crisi da 140 si passa a 280

Twitter svilisce definitivamente se stesso a causa della crisi, rinunciando ai suoi classici 140 caratteri e trasformandoli in 280! Scopriamo i dettagli.

Twitter, lo sappiamo bene, sta vivendo una crisi nera, e si sa che in tempi di crisi qualsiasi mossa utile ad uscire dall’empasse torna utile, compreso lo “svilire” se stessi rinunciando, purtroppo, alla propria storia e alle proprie caratteristiche salienti: capita, quindi, che il Social dell’uccellino blu, nella speranza di “racimolare” utenti, aumentando, quindi, gli utili, “sposti” il famoso limite di 140 caratteri a 280. E giù polemiche da parte degli utenti storici, che, di fatto, vedono venir meno la “caratteristica cardine” del Social in questione!

Sono tempi duri, e qualsiasi mossa utile a racimolare utenti è cosa giusta per il povero Twitter, il cui team scrive:

Vi diamo più caratteri per esprimere voi stessi. Provare a pressare i pensieri in un tweet… Ci siamo passati tutti, ed è una sofferenza! Sappiamo che molti di voi che tweettano da anni sono ormai affezionati ai 140 caratteri, così come noi. Ma ora abbiamo sperimentato questa cosa, visto le sue potenzialità e ci siamo innamorati di questa nuovo e comunque breve limite!

Gli utenti, manco a dirlo, sono estremamente divisi sull’argomento: c’è chi ha accolto con entusiasmo la notizia e chi, giustamente, giudica con non poco scetticismo tale novità, semplicemente perché, in questo modo, viene – giustamente – meno l’essenza stessa di Twitter e dei “Tweet”, nati per essere brevi pensieri con cui comunicare velocemente, e non temi di diverse schermate, anche perché per quel tipo di aggiornamenti di stato esiste Facebook!

Il paradosso dei paradossi, infatti, è che tale novità, studiata per attirare più utenti, potrebbe ritorcersi contro lo stesso Twitter, dal momento che gli utenti storici potrebbero abbandonare la piattaforma migrando verso altri lidi, che, magari, offrono ancora un servizio simile a quello offerto originariamente dal Social!

Insomma: ne vedremo delle belle, statene certi. Non resta che attendere per scoprire come si evolverà la complicatissima “soap opera” dell’ “Uccellino Blu”!

Scrivi un commento