Una vita ormai lontana

Una vita ormai lontana

Il ricordo di una vita ormai lontana, fatta di azzurro e di pace, di sorrisi e tempo meraviglioso, e l’unica consapevolezza del tempo ormai andato…

Stringo tra le mani e nella mente il ricordo i una vita ormai lontana, fatta di gioia, di sentimenti, di speranze, di risate, di equilibrio: ho un preciso ricordo del tempo trascorso, del tempo azzurro, in cui ogni pensiero era leggero, in cui ogni parola poteva soltanto farti star bene, in cui c’era una mano da stringere, e nella mente ho il ricordo di cieli limpidi e freschi, di mattine calde e tiepide, di sogni, di parole, di pomeriggi trascorsi a camminare lungo i giardinetti pieni di fiori d’arancio che costeggiavano le strade, raccontando, osservando, sorridendo.

Ricordo il frizzante gusto della sera, il suo splendido ed elegante colore blu scuro, quello di quando non è ancora notte, ed il cielo è limpido e trapunto di stelle, tra mille luci dei negozi, tra i volti della gente, i sorrisi, le parole, gli odori delle pizzerie, delle pollerie, e l’aria che sembra farcirsi di pomodoro, formaggio, pizza e patatine: era meraviglioso sentire quel senso di adrenalina scorrere nelle vene, guardare le strade silenziose della notte, osservare il buio e mille luci lontane.

Ripenso ancora al senso dei pomeriggi lungo i marciapiedi, ad osservare il cielo e il sole che, lentamente, spariva dietro i palazzi, illuminando l’aria di tramonti rosa, di raggi dorati, di mille pensieri in cui sentivi una strana allegria dentro, una voglia soltanto di sorridere, di correre via, di abbracciarsi e non capire più niente, perdendosi nella leggerezza di amori e speranze che non sento più.

Resta un silenzioso dolore dentro ripensando a tutta quella vita che è passata, e quanto sia maledettamente lontana adesso: il tempo è passato e resta solo l’enorme vuoto che la vita ci ha lasciato…

Scrivi un commento