Va sempre tutto bene, ma nessuno sa mai, davvero, cosa c'è...

Va sempre tutto bene ma nessuno sa mai davvero cosa c'è

Va sempre tutto bene, ma nessuno sa mai, davvero, cosa c’è, cosa ti fa del male, cosa ti fa soffrire mentre continui a ripetere che, si, “va tutto bene”…

Va sempre tutto bene, ma nessuno sa mai, davvero, cosa c’è…

…E, a pensarci bene, neppure si domanda se, davvero, tutto vada bene, se, davvero, tutto vada per la direzione giusta, tutto vada davvero per la migliore strada come quando accenni un sorriso, il più delle volte per non sentire sempre le solite storie, trite e ritrite, fatte di quel senso di stupidità ed ignoranza che finisce sempre con il farti odiare le persone, la loro incessante voglia di conoscere, di capire, di comprendere sempre tutto senza alcun tipo di educazione, di delicatezza, di tatto, di rispetto. Niente: la gente parla e straparla, e tu devi starla ad ascoltare facendo sempre finta che tutto vada bene, perché guai a dire anche solo lontanamente che qualcosa non va: finiresti soltanto con il sentirti dire che sei sempre la solita vittima, quello che non capisce il dolore altrui, che non comprende quanto e come gli altri stiano davvero male, quanto soffrano, mentre tu resti li a lamentarti per cose davvero inutili!

Ed ecco che, ad un certo punto, ripeti a tutti che “va tutto bene”, anche quelle volte che muori dentro dietro ad un sorriso, anche quelle volte che nemmeno sai che diamine puoi fare, che nemmeno sai che cosa puoi inventarti, che neppure tu sai come fare a non sentirti così. Eppure continui a sentirti da solo, continui a dover vivere da solo la tua strada, il tuo cammino, le tue esperienze, e nemmeno tu sai che cavolo ti manca per essere un po più felice…

E tutto il resto prosegue, stanco, nel suo scorrere lento. E tutto rimane nel più profondo silenzio…

Scrivi un commento