Ho vinto sulla vita, anche se nessuno ci credeva

Ho vinto sulla vita anche se nessuno ci credeva

Posso dire di aver vinto sulla vita, col senno di poi, perché i fatti lo dimostrano, e perché mai nessuno ha mai voluto crederci davvero!

Io ho vinto sulla vita, perché sono riuscito a plasmarla a mio piacimento, perché ho cercato – e cerco, ogni giorno – di vincere le mie ansie e le mie paure, e ci sono anche riuscito. Ho vinto sulla vita perché ho realizzato gran parte delle cose che desideravo davvero, e ci sono riuscito senza l’aiuto di nessuno tranne che delle mie stesse forze, perché è così che la vita affrontata, se vuoi viverla veramente!

Ho vinto sulla vita ed è, per me, una grande rivincita, sopratutto verso chi non ha voluto credere in me, verso chi non ha creduto al fatto che, se solo avessi voluto, il cambiamento poteva sgorgare dalle mie mani come l’acqua lucente, e come effettivamente è stato, anche se nessuno ha fatto autocritica, anche se nessuno si degnerà mai di ammetterlo, anche se io posso dire di avercela fatta.

Potrei anche dire che in tanti mi fanno effettivamente notare di avercela fatta, ma conta poco: conta molto di più il poter dimostrare a se stessi i fatti concreti e vivere felici con la propria coscienza, anche affrontando la solitudine di certi momenti, ma sapendo che, per quanto tristi e bui certi istanti possano apparire, non saranno mai davvero tristi e bui come la vita di chi s’incensa da se per dimostrare quel che non è in realtà, e per dimostrare ad altri il proprio cambiamento superficiale e demagogico, “di facciata”, quasi come la forzata felicità, la messinscena di una vita che dimostra lo spessore di certe persone.

Tenetevi pure il vostro cambiamento illusorio e di facciata, fatto per farvi compiacere dagli altri e dimostrare una forza che non avete mai avuto e che non avrete mai: io mi tengo i miei pochi, poveri, ma realmente sudati, sacrifici, con la consapevolezza di aver vinto sulla vita senza dover dire grazie, davvero, a nessuno!

Scrivi un commento