Whatsapp, in arrivo i pagamenti e i "Profili Business"

Whatsapp apre a pagamenti e profili Business

Whatsapp pronta ad importanti novità: in arrivo la possibilità di inviare denaro e i “Profili Business”: scopriamo insieme i dettagli.

Whatsapp pronta a stupirci, ancora una volta: si sa che, in fondo, è tipico del team di Mark Zuckernerg – di cui Whatsapp fa parte, lo ricordiamo, insieme a Facebook ed Instagram – stupire i suoi utenti, ed anche questa volta non sarà da meno, con le due nuove, importanti, novità che riguardano proprio Whatsapp, e che sono trapelate in rete nelle scorse settimane.

Si parte, anzitutto, dai pagamenti: il famoso programma di messaggistica, infatti, prevederà – esattamente come accade già in America con Messenger – l’invio e la ricezione di denaro, attraverso una rete di banche che supporteranno i pagamenti tramite l’applicazione. Si tratta – qualora tale funzionalità diventi operativa – di un bel colpaccio per l’applicazione, che, come abbiamo visto qualche giorno faha recentemente battuto tutti i record, con 55 miliardi di messaggi scambiati ogni giorno. Immaginate cosa possa voler significare in termini di scambio di denaro! Sicuramente interessante, anche per gli stessi istituti bancari.

Ma non è tutto: stando ad alcune, ulteriori, indiscrezioni trapelate recentemente, sembra che siano in arrivo sull’applicazione i cosiddetti “Profili Business”: non è ancora chiaro in cosa si differenzieranno rispetto ai profili standard, ma, a quanto pare, tali profili potranno essere usati dalle aziende al fine di supporto per gli utenti, veicolazione di particolari offerte commerciali, a tutto guadagno non soltanto per le suddette aziende ma anche per la stessa Whatsapp, che, andando a vendere un servizio “Premium”, andrebbe, di fatto, a monetizzare, aumentando i suoi già importanti introiti e rafforzando la sua presenza predominante nel panorama delle app per messaggistica!

Insomma: c’è davvero tanta carne al fuoco e tante belle novità interessanti all’orizzonte. Ci aspettano mesi di grandi novità: non resta che attendere. Ne vedremo delle belle: c’è da scommetterci!

Scrivi un commento