Anima lontana


Spiaggie dorate ,
chilometri su chilometri
davanti il mare azzurro .

Mi perdo nel ritmo di una conga che suona ,
all’ombra delle palme ,
sotto il solleone di agosto .

Dietro il suono di una voce
i pensieri si perdono dentro me ,
come sabbia al vento .

Soffia una dolce brezza ,
e dietro i capelli d’oro , al vento ,
si alzano in volo ,
liberi e immensi
i ricordi di un amore lontano ,
perduto chissà dove
nel lungo cammino dei nostri giorni .

Ma le onde azzurre
spazzeranno via
il ricordo di te .

(C) IL GIOMBA

___________________________________________

Una mia poesia :-)

10 Commenti

  1. Bella, bella davvero.

    A volte è più difficile dirlo a una poesia scritta da altri che dirlo delle proprie. A volte bisognerebbe saper fare una critica anche agli altri per essere letti con più entusiasmo.

    Per questo tante volte dico la mia anche quando non è il caso, mi piace leggere oltre che scrivere. E mi dispiace a volte vedere persone che potrebbero dare un parere disinteressato nascondersi dietro a un dito e non dare il proprio parere.

    Sarò sciocco e pedante ma la penso così. Vai oltre con gli occhi, non solo strettamente intorno a te. Io la vedo così, non può farti che bene.

  2. Caro Mauro , grazie delle parole .
    Non si tratta di essere pedanti , come dici tu : si tratta di dare dei consigli , di andare oltre ciò che c’è scritto , di andare oltre il semplice monitor , bensì di analizzare le persone che ci sono dietro !

    Interessante …..

    Cara Benny , sai , certe volte ci ripenso ….. :-|

  3. il passato fa parte di noi, del nostro essere, ma non dobbiamo restarci aggrappati, ne per cullarci dei momenti felici ne per allontanarci da quelli più tristi. Qualcuno diceva “il ricordo è la culla del rimpianto…”

  4. Grazie per le belle parole, anche se spariranno con il post non più tardi di domani.

    E’ una parte di quello che intendevo, non è sempre necessario che si sia invitati direttamente per entrare nei pensieri e negli scritti, e come quelle parole, tante altre ne sono state scritte, da me o da tanti altri.

    Non sempre ha importanza se una persona ci lascia sorrisi o critiche, a volte è giusto anche solo vedere oltre la facciata. A volte non importa nemmeno se sia uomo o donna, a volte i pensieri serve leggerli, perchè qualcosa la facciamo diventare nostra per diventare migliori. Per imparare dagli sbagli degli altri a non commetterli noi, imparando non perchè qualcuno ce l’ha insegnato ma riflettendo in nostra coscienza.

    Tutto qui il motivo di mille commenti graffianti e/o acidi. ^__^

Scrivi un commento