Chi è causa del suo male pianga se stesso, ma lo faccia davvero!

Chi è causa del suo male pianga se stesso ma lo faccia davvero

Chi è causa del suo male pianga se stesso, ma abbia il coraggio di farlo veramente e di rendersene davvero conto!

Chi è causa del suo male pianga se stesso recita un vecchio adagio, e fin qui sarebbe utile se solo questa perla di saggezza venisse davvero applicata alla lettera da coloro che non si rendono nemmeno conto di essere vittime di sé stessi!

Sono stanco, e lo dico a viso aperto, di sentire persone che si lamentano ma allontanano la soluzione al loro dolore, che lamentano solitudini e tristezze ma allontanano chi potrebbe salvar loro da tutto quel dolore, che lamentano come tutto vada per il verso contrario, ma quando qualcuno vuole davvero aiutarle, quando qualcuno vuole davvero condividere la propria vita ed i propri sentimenti, allora si tirano immediatamente indietro, sorridendo innocentemente se qualcuno glielo fa notare!

Non è accettabile una simile contraddittorietà, e non lo è, soprattutto, se sei la prima persona, poi, a lamentarti di come le cose vadano male. Ma come puoi pretendere che le cose vadano diversamente se sei tu la prima persona che allontana ogni forma di “cambiamento”, ogni forma di possibilità di miglioramento e di fortuna possibile bollandolo come “inaccettabile”, magari anche a fronte di persone seriamente vogliose di un cambiamento comune, di un comune progetto d’amore, di speranza, di gioia, di vita insieme? Come pretendi di cambiare il tuo tempo, la tua vita, le tue giornate se butti via ogni persona che vorrebbe vederti felice? Ma sopratutto, perché vi ostentate a parlare tanto d’amore quando siete voi le prime persone che buttano nel cesso chiunque voglia donarvi quel puro e meraviglioso sentimento?

Alla luce di tutto questo, quindi, chi è causa del suo male pianga se stesso, ma abbia il coraggio E LE PALLE di farlo veramente senza, poi, stare a li a lamentarsi!

Scrivi un commento