Cuori trasparenti
Ci sono cuori che sono trasparenti .
Ci sono parole che restano impresse e , in un solo istante , nel silenzio , si perdono nell’aria , tutto intorno , come anelli di fumo che si dissolvono silenziosi diventando invisibili .
Certi cuori diventano trasparenti agli occhi della gente , alle loro emozioni , alla loro vita che scivola negli impegni di una vita troppo movimentata per dare importanza a parole ed attimi , come strade piene di persone , come viali pieni di uomini in giacca e cravatta con le ventiquattrore , uomini d’affari , uomini in carriera che corrono verso le loro occupazioni , chiusi nelle loro "station wagon" camminando nelle città , come scene viste tante volte .
Certi cuori diventano trasparenti e vivono nell’indifferenza , nel silenzio di vite piatte e vuote : alcuni , poi , hanno imparato a convivere con quella strana sensazione di solitudine , e vivono  , giorno dopo giorno , tra illusioni e la voglia di fare , di creare , di costruire , mattone dopo mattone , la propria strada , il proprio futuro , la proria vita .
I cuori trasparenti sono la similtudine del silenzio dei sentimenti , del non essere importante per nessuna persona che possa amarti davvero , nel non trovare alcuna condivisione al proprio amore , ai propri silenzi e alle proprie parole . T’illudi , forse guardi avanti , forse pensi che domani sia migliore di oggi , forse pensi che un pò d’amore , in fondo alla strada , c’è .
E mi viene da ridere guardando quei film in cui i protagonisti vivono meravigliose storie d’amore , fatte di complicità , di perfette situazioni , di sorrisi , di parole , di balletti , di scene in cui tutto sembra inanellarsi alla perfezione , come conseguenza logica di un susseguirsi di un copione già scritto . La vita è diversa .
La vita è camminare su di un marciapiede , una mattina d’inverno , nella solitudine del freddo di un cielo azzurro , mentre la strada e la gente corre , andando chissà dove , lasciando scie dietro se , come gli aerei che lasciano quella scia bianca nel cielo , come un taglio perfetto ad un foglio di carta a quadretti , come una forbice , come un cutter di millimetrica precisione . Zac .
La vita è tanto , sono sensazioni che si ammassano tutte insieme , senza possibilità di rifletterci troppo : non c’è tempo per ragionare , non c’è tempo per leggere il copione e recitare la tua parte .
Non so capire se è un pessimismo dovuto solo ad un periodo che passerà , non so se davvero ne sono convinto o se cambierò idea : quello che è certo è che ci sono tanti cuori trasparenti , tante persone trasparenti che passano davanti ad altre con la speranza che qualcuno dica "sei davvero importante per me . Per me sei tutto …"


8 Commenti

  1. Grazie Daniele per queste bellissime e veritiere parole… concordo con il tuo pensiero e credo anche che lo scopo della vita è di mantenere l’infelicità al minimo, e allora è meglio vivere la nostra vita invece di rimpiangere obsolete usanze, amori perduti e amicizie spezzate. Dobbiamo evitare di far si che i nostri giorni vadano perduti e con essi le nostre emozioni, sentimenti e le occasioni.

    un bacio sperando che la tristezza passi…. Ciao. :)

  2. caro ragazzo, per una volta lasciami andare contro corrente, si arriva ad essere veramente amati e stimati quando si ha la capacità di trasmettere a terzi valori acquisiti solo ed esclusivamente vivendo per se stessi, tutto il resto è artificio, folklore e catapecchie imbiancate di fresco, per non dire scenografie per film da oratorio. Nasciamo perchè lo ha voluto Dio (per chi ci crede) oppure perchè lo hanno voluto i nostri genitori, ma può essere pure che si è arrivati al mondo per colpa o merito di conteggi sbagliati, preservativi rotti e retromarce fallite. In ogni caso veniamo al mondo senza chiederlo e ce ne andiamo senza volerlo, la nostra vita è un passaggio che deve essere vissuto e non “conservato”, solo questo è sufficiente per capire la valenza delle altriu presenze sul nostro percorso.

Scrivi un commento