Erano i giorni dell'Occupazione


Non mi pare di averne mai parlato .
Guardo il calendario . è l’Otto Novembre . Mi affaccio alla finestra e vedo un sacco di ragazzi tutti insieme fuori dalla scuola . Altri se ne vanno liberi , gironzolando per la città . Mi avvicino : OKKUPAZIONE .
Eh già , che stupido : si vede che ormai non sono più quel ragazzo spensierato di qualche anno fà .
Eppure , non era neanche tanto tempo fà quando , regolarmente in questo periodo , cominciava nel mio istituto quella che veniva definita “agitazione studentesca” .
Ricordo che spesso se ne parlava .
Si progettava fin dai primi mesi di scuola , e spesso , quando la componente studentesca si riuniva durante l’ora di ricreazione , si cercava di comprendere cosa non andasse all’interno della scuola , cosa si doveva cambiare , per quali diritti ci si doveva battere (eeeehhh , eccome no :-) . Poi , quando arrivava proprio questo periodo , cioè dall’inizio di Novembre , proprio in concomitanza con le altre scuole , capitava che , un giorno , arrivavi a scuola e ti trovati due bestioni da due metri per due , tipo armadi :-) , che bloccavano l’entrata e dicevano : “oggi non si entra : si occupa”
Ricordo quando , proprio due anni fà , ho vissuto per l’ultima volta questa esperienza : ricordo le mattine in cui , prima di entrare a scuola , chiamavo la mia ex , e discutevamo su cosa stava accadendo . Ricordo le giornate fredde , con il cielo azzurro , in cui c’era un continuo batticuore su cosa sarebbe accaduto da lì a mezz’ora .
La mattina era sempre una sorpresa : si arrivava lì , si aspettava il suono della campana , e il resto era tutta una sorpresa . La lezione di colpo poteva interrompersi , e ci si ritrovava tutti all’ingresso , per discutere su cosa si poteva fare .
C’era sempre il “Rappresentante degli studenti” , che declamava a gran voce un comunicato scritto poco prima , tra le urla e l’incitamento generali . Tutto ciò era bellissimo , era emozionante , era un batticuore continuo , una emozione che ti saliva dentro , che t’illuminava il viso e gli occhi . A metà giornata cominciava la votazione , per decidere cosa volevano gli studenti : ad uno ad uno si saliva su di una scala per mettere in un urna improvvista la propria scelta tra “Lezione normale” , “Occupazione” e “Autogestione” , che nessuno ha mai capito di preciso cosa fosse !
Finita la votazione , si usciva fuori dalla scuola : che emozione , che brivido camminare per la scuola , correre per i giardini sull’asfalto scivoloso della brina mattutina , andare al campetto dietro la scuola con il pallone portato da casa , uscire per ricreazione e rimanere fuori per un ora , quando invece , normalmente , si stava fuori appena quindici minuti !
Com’era bello incontrare i ragazzi delle altre classi , dell’altra ala della scuola , vedersi al “posteggio dei motori” , ridere e scherzare , pianificare il dafarsi , ridere come i matti , fare conquiste .
Ricordo i cosidetti “gruppi di rimorchio” :-) : noi ragazzi , quelli che l’opinione scolastica definiva “i più boni” :-) ci univamo tutti insieme in squadroni di sei persone , e si scorrazzava per la scuola , durante l’occupazione , per i giardini , per far colpo sulle ragazze . Com’era bello vedere i loro volti quando ci guardavano . Vedere che si voltavano all’unisono a guardarci , e poi nascondevano il loro volto divenuto rosso dietro un paio di occhiali da sole ! Io ero lì , a guardare il volto delle ragazze che ci guardavano , ma la mia mente era sempre rivolta a quello che definivo il mio amore . Le ragazze ci guardavano , ma io sentivo che stavo diventando un uomo . C’era una ragazza che avevo conosciuto , che mi chiamava spesso al telefono , e che ben presto divenne il mio amore . Sebbene ero tra i più boni , come qualche persona mi ha definito , il mio pensiero era sempre rivolto a lei . Sentivo che ormai stavo diventando grande , che ormai lei era la mia strada . Erano gli ultimi anni di scuola , e sapevo bene che ormai stavo solo per diventare grande , lasciandomi alle spalle tutti i giochi e la spensieratezza di un ragazzo .
Vivevo l’emozione del mio primo amore , di lei che mi mandava SMS e telefonate ogni quindici minuti . Ero innamorato , e sul serio .
Tutto questo faceva di me la persona più felice del mondo : come vorrei tornare indietro a quel periodo , quando ero una persona spensierata , quando ero ancora un ragazzo senza neanche tante preoccupazioni !
E poi si tornava dentro la scuola : ci si sedeva , si parlava , ci si divertiva , e poi si camminava di nuovo , si usciva e si camminava , guardando il sole , il cielo azzurro , le fotine con i cellulari . Si coglievano i fiori , si sentiva l’odore dell’aria fresca al mattino .
Ricordo le chiacchiere con i professori , seduti sugli scaloni di marmo , all’entrata .
Ma l’approccio all’Occupazione poteva anche essere un altro .
C’erano altre volte , invece , in cui al posto di occupare , si decideva di far lezione normalmente , magari in due o in tre . E li ci si divertiva davvero !
Ricordo che sostanzialmente si faceva una bellissima figura con i professori , che apprezzavano la buona volontà elargendo sufficienze nelle interrogazioni , anche le volte in cui proprio non la meritavi (“Perchè lui è venuto anche quando nessuno è entrato”) . Ricordo che si rimaneva in classe a far lezione in due , o in tre , e spesso c’erano anche interrogazioni al limite , in due persone , ma chissà perchè andavano sempre dal sei in su :-)
Ricordo le volte in cui si pattuiva con i professori di stare sei ore in Aula Informatica : era bellissimo stare sei ore collegati in Internet , a ridere , a scherzare tra noi , a divertirci .
Ricordo quando , durante l’occupazione , mi mettevo seduto sulle scale , e guardavo dall’alto quella folla di ragazzi che aspettavano solo le direttive “del più forte” , Ricordo le ire del Preside . Povero Preside , quante ne ha passate ! :-)
Ma quello che di più mi rimane nel cuore , quel pensiero che quando mi sfiora mi da emozione , mi da pensieri , mi da tante piccole sfaccettature di un enorme vuoto , è la follia di quei giorni .
Erano giorni senza freni !
Non posso dimenticare la meticolosa preparazione a quei giorni : dal mio canto , sono sempre stata una persona mite e riservata , che non si è mai messa in mezzo come facevano altri compagni . Vivevo solo quello che gli altri avevano preparato , quello che era stato architettato precedentemente , per mesi .
Ricordo gli avvisi scritti dai ragazzi e messi all’entrata della scuola : “come deliberato dagli alunni , l’Istituto è in stato di Occupazione” . Ricordo le ire dei professori , e non posso dimenticare quei giorni così magici .
Si entrava al mattino e non sapevi cosa sarebbe accaduto da lì a poco : forse lo stop alle lezioni , forse tutto normale , forse tutti giu a decretare lo stato della settimana successiva .
Ricordo le classi semideserte , le giornate trascorse parlando , divertendosi .
Quando oggi ho visto quei ragazzi mettere lo striscione OKKUPATI , subito ho ripensato a Danielino , a quel ragazzo che andava alle Superiori , che studiava e si faceva un mazzo come una casa (come d’altronde è anche ora …) , innamorato di lei , del suo primo amore .
Guardo quello striscione e non vedo più Danielino : adesso vedo soltanto Daniele , con i suoi mille pensieri , le sue preoccupazioni , gli esami da dare , le materie , il lavoro , le ansie . Vedo una persona sola , a combattere contro i pugni incassati dalla vita , senza più il suo primo amore . E’ cresciuto Danielino . Ora è un uomo solo , e non c’è più un telone con la scritta OKKUPATI , non ci sono più le telefonate e gli SMS del primo amore . Non c’è più Danielino .

Resta solo l’immagine di uno striscione … E la sua voce …

64 Commenti

  1. Personalmente non ho mai occupato la scuola . Se leggessi bene il post , infatti , c’è anche scritto che entravo insieme a qualche compagno di classe !!!!!!!!!! eh eh eh eh ! °_O

    Ciao Floooooooooo, ora controllo :-D

    Ciao Diana , bacio :-* Quanto tempo !!! :-)

  2. Ho letto velocemente, non ho tempo per leggere altro… ma l’occupazione della scuola la fai da dentro, quando non fai etrare i professori ecc; lo sciopero é quando gli studenti vanno in giro per la città a far finta di protestare contro qualcosa o qualcuno.. é per questo che ho chiesto se hai mai occupato la scuola, parli di occupazione e poi dici che non hai occupato e che sei andato a scuola.. é un controsenso, lo vedi?

  3. E’ scritto chiaramente , in una parte del mio post : “dal mio canto , sono sempre stata una persona mite e riservata , che non si è mai messa in mezzo come facevano altri compagni . Vivevo solo quello che gli altri avevano preparato , quello che era stato architettato precedentemente , per mesi .”

    E’ ovvio che se c’era occupazione e non si poteva entrare beh , non entravo ! Ma è anche ovvio che se si faceva lezione in due , ben venga !

    Ho quindi fatto entrambe le cose ! Leggi meglio il postttttttttttt !! °_O

  4. Ma allora hai fatto sciopero, non occupazione.. TI HO DETTO CHE NON HO TEMPO DI LEGGERE DI NUOVO, ho letto velocemente e ho chiesto. Punto. Pensavo che, come al solito, non avresti risposto… se non ti ricordi io sono in ufficio, é inutile che continui a scrivere leggi meglio il postttttt mettendo quella schifezza di emoticon che ti sei inventato e che non esiste da nessuna parte

  5. Tu la usi… inoltre é pure orribile, non é nemmeno simmetrica (a sinistra quello che credo sia un occhio é piccolo, a destra é un’altra cosa, come se a sinistra mettessi il simbolo di Gradi e a destra non so cosa… ma va beh, ognuno si inventa le emoticon che vuole… ma non venirmi a dire che la usano tutti, perché non é vero. Tra skype e msn non so quanti contatti ho, ho perso il conto, e nessuno ha mai usato una schifiezza tale… e vengono da tutta Italia e anche dall’estero..

  6. Ti ho appena letto da me. Beh come ti ho scritto ieri, ieri pomeriggio avevo provato a mettere il codice di un cursore del sito Fantasmina trovato da te, però non funzionava. Adesso comunque ho risolto perché ieri sera Luce mi ha mandato il link per scaricare un pacchetto ganzissimo che se hai prima installato Win Rar per leggerlo puoi avere tantissimi cursori,i loro codici, e screensever a portata di mano,direttamente sul tuo desktop mentre sei connesso ad internet. E funzionano. Ieri x prova lei mi aveva messo i cuoricini e poi io appena ho scaricato win rar e poi il pacchetto ho messo la rosa rossa che gira. Un bacio e buon pomeriggio. :)

  7. Ti ho appena letto da me. Beh come ti ho scritto ieri, ieri pomeriggio avevo provato a mettere il codice di un cursore del sito Fantasmina trovato da te, però non funzionava. Adesso comunque ho risolto perché ieri sera Luce mi ha mandato il link per scaricare un pacchetto ganzissimo che se hai prima installato Win Rar per leggerlo puoi avere tantissimi cursori,i loro codici, e screensever a portata di mano,direttamente sul tuo desktop mentre sei connesso ad internet. E funzionano. Ieri x prova lei mi aveva messo i cuoricini e poi io appena ho scaricato win rar e poi il pacchetto ho messo la rosa rossa che gira. Un bacio e buon pomeriggio. :)

  8. Lo so, ho formulato io male la domanda, che era in effetti: perché, pensi non mi possa aiutare? Ormai sono abituata a usare il numero minimo di parole e a volte mi scappa di non essere troppo chiara…
    Ho sonno!!!

  9. Io lavoro, ma spero di uscire almeno in tempo per andare a comprare la coperta, cioé entro le 8 devo essere al negozio, che é attaccato all’ufficio.. speriamo bene! Ste non c’é, il futuro capo ieri ha fatto mezzanotte e mezza qui in ufficio, quindi credo sia esausto… spero fugga alle 7:30 massimo, così fuggo pure io!

  10. Aiuto…. adesso devo fare anche un lavoro per Milano, per fortuna devo farlo entro domani sera e non per questa… e non posso metterci nessuno sopra, perché é da fare in italiano… vedi a sapere l’italiano cosa ci si perde? :-P

  11. Il più bello arriva quando devo tradurre dal francese all’inglese o, molto meglio ancora, quando devo tradurre dallo spagnolo all’inglese, passando per un dizionario spagnolo-francese (quello francese-italiano non mi serve per fortuna, se no sai che casino…)

  12. Bravo, fai bene! Io sono indecisa se uscire domani sera o sabato sera (mi hanno proposto cinema, “Il diavolo veste Prada”); due volte non so se sia il caso, e se domani non esco per uscire sabato mi uccidono… però che bello avere questi problemi!

  13. genieeeeeeeeeeeeeettooooooooooooooooo
    ma ke mi vai a pensa’?????????????????
    weeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

    nun skerza’ eeeeeh ;-)
    solo ke siamo sempre qui ad orari diversi e quando vedo tu già nun ce sei più…
    msn io lo lascio sempre aperto, anke quando nn ci sn….

    genie’.. vo’ a dormi’…
    baciotto :*

  14. Buongiorno buongiorno… alla fine ieri non son riuscita ad uscire presto, quindi faccio un salto oggi nella pausa pranzo… volevo sapere qualcosa ieri per questa sera, ma decidono oggi pomeriggio, e poi mi dicono. Io ho solo detto che se é tanto presto non so se ce la faccio…
    Tutto bene? Baciotto

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU TWITTER: Non perderti il mio format in diretta e partecipa in prima persona! I tuoi commenti saranno letti in diretta! CLICCA QUI!