I giovanissimi sempre più schiavi dell'alcool : le riflessioni di un giovane ai giovani

Sono "Schifìàto" .
No , non avete letto male e non è un’errore di battitura : sono proprio "schifìàto" guardando i TG e sentendo le tristi notizie che ci riportano .
Giusto qualche giorno fà ho visto il servizio di una inchiesta effettuata dal TG5 sull’abuso di alcool da parte dei giovanissimi , dai 12 anni in su . Molti di loro , gia dai 14 anni , si sono ubriacati almeno una volta fino a star male .
Lo "sballo" comincia fin dal sabato pomeriggio : in barba a tutti i divieti , che sanciscono il più assoluto divieto di vendere alcolici ai minori di 16 anni (e che problema c’è ? Stando all’inchiesta si portano la bottiglia direttamente da casa ! N.D.Giomba) , c’è chi comincia a "sballarsi" tranguggiandosi mezza bottiglia di Brachetto . Si prosegue poi con l’Happy Hour , il Drink e poi via , fino a tarda notte .
Sapete , raramente perdo la pazienza , ma mi sono veramente rotto le palle , concedetemi il termine , di sentire che ci sono giovani che pensano che lo "sballo" sia strafarsi di chissà quali schifosissime sostanze , oppure bere fino a star male , alla ricerca dello "sballo perfetto" , perchè la vita "va vissuta tutta d’un fiato" …
Sono davvero disgustato , amareggiato da cotanta … Stupidaggine ?
Non so se definirla tale , ma sta di fatto che non può essere altro : non voglio fare il moralista ne fare prediche che non mi competono , però è anche vero che i dati sono fin troppo allarmanti , e gettano davvero nello sconforto . Il 67 % dei giovani abusano degli alcolici , e si ubriacano , perchè per loro è il massimo della vita .

L’unica cosa che mi domando è se questi ragazzi sanno cosa vuol dire divertirsi davvero , senza "sballare" ubriacandosi all’uscita di una discoteca , e anche prima : puoi benissimo divertirti in miliardi di altri modi più sani … E poi capire che la vita è una , e il vero sballo è non sprecarla !

25 Commenti

  1. Caro Daniele, non posso che farti i miei complimenti per questo bellissimo post. Tu sei uno di loro ma hai la lucidità e l’intelligenza di capire che il divertimento è ben altra cosa. Negli anni settanta la scusa era che non si conoscevano le conseguenze degli stupefacenti , oggi si sa tutto, portano alla pazzia insieme all’alcool e al fumo.

    Bravo davvero!!!

    P.S. Non ho ricevuto nulla neppure nella Hot

  2. Ma quanta ragione hai? Io sono totalmente d’accordo col tuo pensiero e aggiungo che il moralismo non serve, ma gente con una morale si. Ai miei tempi (e sono una “ragazzina”! :)) quando con gli amici facevamo qualche marachella i genitori erano subito lì pronti con lo scappellotto “in canna”. Oggi se l’insegnante di scuola si azzarda solo ad alzare la voce rischia anche una denuncia per maltrattamenti. Tornando alle “marachelle”, non sembra anche a te che questa parola risulti alla lettura estremamente antica? Ci sono l’alcol, la droga, le gravidanze a 11 anni…ma la marachella che fine ha fatto? Scusa il commento lungo. Ciao.

  3. sai cosa c’è che i giovani del giorno d’oggi hanno tutto senza faticare non sapendo più cosa chedere di buono si danno allo sballo tra virgolette,Se fossero come quelli della mia età non avendo nulla era uno sballo se riuscivamo ad avere un gelato o una caramella.salutoni Ida

  4. ciao dani

    i giovani hanno tutto tranne i valori della vita che a dirlo sembra cosi superato e anacronistico

    pero se ti metti al posto loro… qlli ke hanno tutto… come ti divertiresti?

    non hanno ragione !

    saprebbero vivere vivere diversamente … oggi ?

    e sorvolo su educazione_genitori_insegnanti…

    ho parlato con i figli di un amica ke sono adolescenti e con me si divertono per cui mi raccontano…

    + cavolate fanno e + si divertono…

    ehm

    v

  5. Credo che questo sia uno di quegli argomenti che meglio chiarisce come questa nostra società stia precipitando sempre più verso il basso. Ma del resto tu hai mai visto una tavolata di “adulti”? Tu pensi che i giovani possano prendere esempio da noi? Perché mio figlio dovrebbe indossare la cintura di sicurezza se io non la indosso? O evitare di fumare se io fumo? E’ il concetto che una bella ubriacatura non ha mai ucciso nessuno che non sopporto; che la quantità di alcol ingoiato serva a determinare l’essere o meno un uomo o una donna.
    Sono altri i parametri da valutare, e se il gruppo non ci accetta, bè forse non sogno gli amici giusti per noi.

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU TWITTER: Non perderti il mio format in diretta e partecipa in prima persona! I tuoi commenti saranno letti in diretta! CLICCA QUI!