La difficoltà del doversi reinventare

La difficoltà del doversi reinventare

Reinventare se stessi non è una cosa facile, ma, purtroppo, diventa quasi una sorta di obbligo, specie quando la vita ti pone davanti a certe situazioni…

Il doversi reinventare non è mai una cosa semplice, eppure – nonostante non sia cosa facile, lo sappiamo bene – talvolta diventa necessario e quasi “obbligatorio”: lo diventa quando la vita ci pone di fronte a situazioni tali per cui siamo costretti a cambiare, siamo costretti a “riprogrammarci”, costringendoci a prendere decisioni e superare difficoltà che, in qualche maniera, dobbiamo riuscire a sorvolare.

Nessuno dice che sia semplice, ci mancherebbe, ma alla vita interessa poco del fatto che non sia una cosa semplice da fare, specialmente quando un cambiamento, una personale riprogrammazione diventa necessaria a sopravvivere ed andare avanti: in certi casi, anzi, nella quasi totalità dei casi, il riuscire a superare tali difficoltà, il riuscire ad andare avanti, a scollinare ciò che crediamo essere insormontabile, ci permette di crescere e diventare persone più forti, maggiormente capaci di quel che possiamo mettere in atto, di ciò a cui possiamo ambire, certi di conoscere i nostri limiti e pronti a superarli se è necessario.

Di certo – sia chiaro – non si tratta di un risvolto immediato del nostro cambiamento, ma quando accade non si torna più indietro, e questo non può che essere un bene per la nostra consuetudine, perché in questo modo riusciamo ad ampliare i nostri orizzonti, riusciamo a guardare oltre vedere le cose in maniera davvero diversa, riuscendo a guardare “oltre”, come mai siamo riusciti a fare prima di quel momento.

I cambiamenti fanno paura a tutti, ma talvolta non sono soltanto necessari, ma diventano moralmente obbligatori: lo dobbiamo a noi stessi ed al rispetto che meritiamo, perché – nonostante ciò che possano dire i nostri detrattori – siamo delle belle persone e nulla può scalfire la nostra meraviglia interiore!

Scrivi un commento