Nessuna ragione, nessun rimpianto, nessun risentimento

Nessuna ragione, nessun rimpianto, nessun risentimento

Nessuna ragione, nessun rimpianto, nessun risentimento: in fondo sarebbe anche inutile, col senno di poi, anche solamente perdere tempo a cercare di spiegare!

Nessuna ragione, nessun rimpianto, nessun risentimento: non vale la pena perdere tempo cercando di spiegare come sono andate le cose, come sono cambiate, come si sono evolute, come potranno evolversi. Che parli a fare se non riesci neppure ad ascoltare, se non sei nemmeno lontanamente predisposto ad un ascolto che ti permetta di capire, di farti capire, di comprendere quello che l’altro vuole farti arrivare? Non ha alcun senso parlare se nessuno si sforza di ascoltare!

E proprio partendo da questo principio, insomma, che mi rendo conto di quanto sia totalmente inutile perdere tempo appresso anche solo alla possibilità di far comprendere un cambiamento, di raccontare una nuova vita: parlarne, confrontarsi, è solamente riservato a chi ha la maturità di saperlo e volerlo fare. Tutto il resto è solamente becera e stupida perdita di tempo, che non giova affatto a nessuno, come a nessuno piace perdere il proprio tempo in maniera così improduttiva!

pazienza se chi hai davanti no ti ascolta, se chi vorresti aver davanti si chiude nelle proprie, eterne, posizioni senza neppure rendersi conto che, forse, c’è di più rispetto al castello che si è auto costruito: importante è che tu sia in pace con te stesso, e che ce l’abbia messa tutta per cambiare le cose e renderle davvero migliori. Se qualcuno non vuole crederci, in fondo, non tocca certo a te dimostrare qualcosa: vivi, vai avanti, osservi solo perché è necessario che sia tu ad esserne certo e sicuro, non certo perché tutto questo debba passare da una qualsiasi sorta di dimostrazione necessaria non si sa neppure a che o a chi!

E allora, senza rimpianti, senza rimorsi, senza niente di tutto questo: andiamo avanti, certi di quelle che sono le nostre potenzialità. Il resto viene sempre da se!

Scrivi un commento