Punti d'incontro

Molti mi dicono che "quando si vuole davvero un’amore , un sentimento , un pensiero , non lo si lascia finire con semplicità" .
In fondo , con il classico "senno di poi" , è facile dire chi ha ragione , chi dice la verità , e chi invece usa la bocca solo per dargli fiato . All’inizio è molto difficile fare delle conclusioni , specie alla luce del fatto che è passato troppo poco tempo per avere la "discriminante temporale" , cioè quel fattore di discernimento per cui puoi capire , dopo tanto tempo , cosa accade e trarre le tue conclusioni .
Poi , piano piano , cominci a capire , ed è vero quel che si dice sul tempo , che aiuta a capire , aiuta a comprendere , aiuta a sanare tante ferite , forse anche a dimenticare , anche se raramente dimentico . Diciamo , meglio , che "sposto" i pensieri , ma non li dimentico , ne li rimuovo . In fondo , sono sempre parte di un passato che c’è stato , anche se può far male adesso , ma c’è stato , anche se si vorrebbe , magari , fare finta di nulla . Dimenticare non serve : "spostare" , per imparare a non ripetere , è meglio !



12 Commenti

  1. e come scrive Paolo Coelho: dimenticare non vuol dire cancellare ma ricordare senza soffrire. che poi il tempo davvero aiuti a sanare tante ferite non sono molto d’accordo… ci vuole tempo per alzarsi, tempo per lasciare andare e per cercare continuare il nostro percorso con lo stesso sorriso. Siamo tutti unanimi nel credere e nel dire che tutto passa ma il magone, la delusione, il rimorso o il ripianto…e soprattutto il ricordo rimangono per sempre.

Scrivi un commento