"Pari Opportunità" : ma è davvero così ?

Le "Opportunità" sono davvero "Pari" ?
Siamo nel Terzo Millennio
,
ma ancora siamo schiavi di luoghi comuni e mentalità obsolete , che vedono la donna esclusa dai ruoli decisionali , o dai centri del potere .
Qualcuno , poi , fa il moralista , oppure si diverte a dire che , specialmente al Sud , gli uomini chiudono in casa le donne , dando loro della "sveGGognata" se decidono di volere la loro libertà , di crescere una famiglia , di lavorare e sentirsi realizzate .

Tuttavia ,
da tempo si parla di "Pari Opportunità" , questa parolina magica che dovrebbe aprire un mondo di equilibri e scelte decisionali equilibrate nei confronti delle donne stesse . Eccome no : parliamone !
Certuni , spesso e volentieri , preferiscono glissare sull’argomento , tanto "la donna ha raggiunto da tempo la sua pari opportunità" , mentre , tanti altri , non si occupano affatto di sapere che ci sono normative ben precise in materia , specialmente sul luogo di lavoro , tanto "o ti prendi il lavoro così com’è , oppure puoi tornare a casa a far la calzetta !"

Vi sembrerà , probabilmente , una esagerazione , una esasperazione ,
ma da ridere c’è ben poco , specialmente se consideriamo che , talvolta , la realtà non supera poi molto la fantasia . Le donne , infatti , sono , spesso e volentieri , relegate a ruoli minori , o , comunque , di minore importanza rispetto agli uomini .
Non si capisce bene il perchè : non penso si tratti di fottuto maschilismo , quanto , piuttosto , di curare gli interessi dei datori di lavoro . Eh già .
Un datore di lavoro non può mica permettersi di tenere sul posto di lavoro una donna , che magari ti chiede un periodo di maternità , oppure che in quei giorni ha un carattere che si avvicina molto a quello del Dottor Jekill & Mister Hide . Mica si può !
Un uomo non ha di certo questi problemi : è una specie di automa programmato per lavorare !
Gli unici cicli che un uomo conosce sono quelli lavorativi , e l’unica volta che ha un carattere lunatico è quando è partito il decoder Sky e non ha potuto vedere la partita del Palermo !

Dopo questa simpatica plètora di luoghi comuni ,
vediamo di tornare con i piedi per terra e capirci chiaro : di certo sarebbe un peccato se non si attuassero le norme di Pari Opportunità , valorizzando il sesso femminile . Parole come Mainstreaming , Diversità , Disparità , dovrebbero essere quotidiane per tutte le donne che non vogliono veder violati i propri diritti , lottando per la parità ! Parole come Discriminazioni di genere non dovrebbero esistere nel vocabolario , tantomeno nella realtà lavorativa di ogni giorno .

Da uomo , penso che una discriminazione sessuale sul posto di lavoro , trattando diversamente un uomo da una donna , sia da considerare una vera e propria forma di violenza : proprio per questo , l’essere informati assume ancora più importanza alfine di non veder calpestati i propri diritti , e forse , serve anche a ricordare a certa gente che se nella propria vita non ci fosse stata una donna ad accudirli e a star loro vicino quando erano piccini , probabilmente adesso non sarebbero gli uomini che sono !

Riflettiamoci !

 

2 Commenti

  1. carissimo le donne hanno combattuto per avere la parità con gli uomini giustissimo però mi sai spiegare perchè si sposano solo perchè con il divorzio trovano il mezzo di farsi mantenere a vita?e gli uomini per far fare loro la bella vita vanno a finire sotto i ponti?se parità ci deve essere che parità ci sia si divorzia bene ognuno per suo conto e metà per ciascuno i figli non esiste solo il mondo del lavoro per pretendere la parità esiste anche tutto il resto vedi che se ci fosse una legge pari tra uomo e donna le care signore ci penserebbero una volta prima di sposarsi e dieci prima di divorziare,io non sono interessata a questo non sono divorziata e non ho nessuno divorziato che abbia la moglie da mantenere è solo il mio pensiero che se parità deve essere prità sia per tutto non solo per ciò che fa comodo ciao Ida

Scrivi un commento