Due occhi, d'improvviso

Due occhi d improvviso

Due occhi, d’improvviso sulla mia strada: non so dove mi porteranno, ma so che sembrano volermi dire tante, tante cose…

Due occhi, d’improvviso sulla mia strada, sul mio cammino: non so come sia potuto accadere, ne so come siamo arrivati qui, eppure ci siamo visti per la prima volta, e sono state ore liete e serene, piacevoli al pensiero, che possono, forse, parlare di sentimenti, forse di un futuro da scoprire, forse della voglia di guardare insieme verso la stessa strada e lo stesso cammino!

Non lo so come abbiamo fatto, però so che non mi è dispiaciuto: è strano che io abbia poche parole da dire, ma ero quasi impacciato, sebbene non mi capita mai e sebbene, soprattutto, sia raro, per me, trovarmi così silenzioso di fronte a tante cose da dire, ma forse, per la prima volta, oltre tutti i discorsi, oltre tutti i perché, ho semplicemente deciso di vivermi il momento, qualunque esso sia, qualunque cosa voglia dirmi, qualunque cosa esso mi faccia pensare. Semplicemente, vivere la gioia degli attimi, vivere il tempo così come viene, così come si trasforma, così come cambia: vivere, semplicemente, la costruzione di sentimenti condivisi, senza pensare troppo in la, senza pensare a chissà cosa, a chissà quale domani, a chissà quale astruso progetto. No: vivere passo dopo passo, istante dopo istante, momento dopo momento, per poter cercare una strada, un comune passaggio verso un solo, unico, cuore!

Come sia accaduto non lo so davvero, ma so che, forse, non è stato vano: è stato un bel tempo trascorso insieme, in un pomeriggio di primavera inoltrata azzurro e meraviglioso. E chissà che non sia metafora della rinascita dei sentimenti: sarebbe già un piccolo miracolo d’amore, ancor più speciale nelle vite di noi che speriamo d’amare e viviamo della gioia di un cuore che condivide la nostra stessa gioia!

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU TWITTER: Non perderti il mio format in diretta e partecipa in prima persona! I tuoi commenti saranno letti in diretta! CLICCA QUI!