Grandi amori divenuti estranei

Grandi amori divenuti estranei

È una cosa davvero triste, eppure accade che grandi amori diventino estranei a noi stessi e agli altri… 

Grandi amori divenuti estranei. È davvero strano, eppure accade molto spesso, forse più di quel che non si immagina. Fa male quando accade, perché ti senti distruggere un pezzo per volta, e tutto sembra voler tornare indietro, maledettamente indietro a tutti quei bei momenti trascorsi e trasformati nel nulla che ne è restato…

…In fondo, un grande amore può perdersi nella stupida quotidiana sensazione di essere migliori anche senza la parte che fino a poco prima ci ha completato – o, comunque, che credevamo fosse il nostro completamento fino a poco tempo prima – e finire, così, in pasto alla vita che uno dei due pretende di vivere rigorosamente da solo, appresso a sogni e chimere di dubbia concretezza, ma vitali – pare – per costoro che se ne vanno… 

…Così, cominci a vedere le cose diversamente e da una nuova ottica e prospettiva, e ti chiedi perché adesso e solamente adesso si siano messe in atto tutte quelle dinamiche che sarebbero potute rivelarsi salvifiche per la tua storia ed il tuo rapporto, mentre prima venivano respinte con forza e veemenza mai viste… E due domande, onestamente, te le poni, specialmente quando ti rendi conto della grande cattiveria alla base di tutto quel che hai vissuto, alla base delle tue lacrime, alla base del dolore che non è mai più interessato a chi ti ha ferito bucando i tuoi sentimenti veri.

Allora ti fermi, e forse ti rendi conto che non c’è stato lo stesso cuore che hai investito tu, non c’è stato lo stesso trasporto che hai donato tu… Ma, soprattutto, ti accorgi che l’altra persona non ha dato a quell’amore lo stesso peso ed importanza che gli hai dato tu, con un solo, triste, finale. Un grande amore divenuto estraneo.

Scrivi un commento