Italia a letto con i primi accenni influenzali

Italiani “decimati” dai primi accenni influenzali, nonostante, a detta dei medici, “non si tratti della vera influenza”. I dettagli.

La stagione più fresca comincia a far sentire i suoi effetti: sul “Bel Paese” si abbattono i primi sintomi influenzali, che già “mietono” le prime vittime, nonostante i medici siano perentori nell’affermare che non si tratta della vera influenza stagionale. Si tratta, infatti, di forme influenzali meno potenti ma non meno fastidiose, con febbre e dolori che, fino ad ora, hanno messo KO almeno 120.000 persone. Inutile sottolineare che con l’ulteriore abbassamento delle temperature, i virus influenzali diverranno maggiormente tenaci ed infettivi, “scatenando” tutta la loro virulenza.

Inoltre, il virus stagionale non è ancora stato isolato ma è già possibile vaccinarsi, e il consiglio dei medici è proprio quello di sottoporsi a vaccinazione, anche per evitare di farsi “cogliere impreparati” peggiorando, e non di poco, gli “effetti” influenzali.

Scrivi un commento