Ma quanto ci piace farci i fatti altrui ? :-)


L’italiano , si sa , è il re del pettegolezzo : una vera e propria disciplina sportiva , in cui un gruppo di persone , solitamente nubili over sessanta , si cimentano nell’arte del “farsi i fatti altrui” .
E allora via , con le cattiverie più assurde e con le dicerie : e nessuno viene risparmiato !
La disciplina sportiva del pettegolezzo non si disputa solitamente in un luogo ben preciso : qualunque posto va bene , sia esso l’autobus , il bar , ma principalmente , il classico luogo di ritrovo per zitelle spettegolanti è uno solo : il parrucchiere .
Lì se ne sentono di tutti i colori : solitamente , la scena tipo che si presenta davanti a chi assiste ad una sessione di “spettegolezzo” è questa :

la donna è seduta sotto il casco asciugacapelli , con la copia d’ordinanza di Novella 2000 , o di un qualunque altro giornale di gossip , e solitamente , il più delle volte , è rivolta verso l’altra donna , definita in gergo tecnico – sportivo “comare” .
Lo spettegolezzo avviene , di norma , a bassa voce , sussurato , per far si che non si senta in giro , e per confondersi tra la folla .

Dicevamo di questa vera e propria disciplina sportiva , in cui l’italiano è maestro da sempre .
Attenzione , però : ci sono delle precise e ferree regole da seguire :
1) Solitamente , lo spettegolezzo deve avvenire di tutti gli abitanti del circondario o della zona , senza risparmiare nessuno o nessuna categoria (si va dallo spazzino all’avvocato del quinto piano)
2) Non è consentito , a parte rari casi , ciarlare delle altre comari che stanno partecipando alla discussione , pena l’allontanamento dal gruppo .

Signori , ecco a voi il pettegolezzo !

Okay , torniamo seri .
Ho voluto giocarci un po sopra , ma io , perdonatemi ma è più forte di me , il pettegolezzo proprio non lo sopporto !
Voi non avete idea della mole di cattiverie che si dicono tra comari : si psssa dalle corna del signor Rossi fino all’amante del signor Mattei , passando attraverso i gemiti sentiti la notte scorsa al terzo piano dal signor Bianchini.
Ragazzi , non è uno scherzo ma , credete , la dose di cattiverie che viene messa in gioco è davvero tanta !!!!

…. Quindi , alla fine , non ci lamentiamo se qualcuno , gentilmente , urla FATEVI I FATTI VOSTRI !!!!!

(… E che cavolo !)

22 Commenti

  1. Che bello amorino!!! Hai aggiunto anche la musica!!! ^.^
    Il pettegolezzo si sà è sempre esistito chi non lo è un pò “pettegolo”? :P

    TVTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTB

    :************************…………….

  2. In fondo siamo tutti un pò “pettegoli”! :p
    Che belle le novità che hai inserito nel blog! Pure la musica adesso! Ma mi sbaglio si è allargato il margine sinistro???
    Certo che è lunghetto da leggere :)

    TVTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTB
    :*********************….

  3. -E’ vero…ne so qualcosa..le vedo e le sento le “zabette” che bla bla bla….ma noi guardiamo avanti!!!! e che certe cose che vengon dette se poi nn sono vere,ecco lì, mi arrabbio…ciao giomba,un bacioneeeeeee

  4. Dalle mie parti e nel napoletano, “pettegola” si può tradurre con una sola parola in dialetto: “capera”.
    Il termine è un retaggio dell’ultimo decennio dell’800: le capere erano le parruchhiere a domicilio, che andavano di strada in strada, di rione in rione per un unico scopo: guadagnare qualche soldo.
    Ora, in una società come quella della Napoli del tempo, dove pochi sapevano scrivere e leggere, ben presto la capera diventò un antenato di internet: di casa in casa, scaricava i pettegolezzi ricevuti nelle case precedenti e si caricava di nuovi.
    E questa è la storia della capera!

  5. purtroppo anche a me piace il pettegolezzo. non arrivo mai a dire cattiverie, ma spettegolare, non lo nego, lo faccio anch’io^^ riguardo all’incontro tra bloggers, io sono di padova, se lo fate in sicilia per me è un po’ fuori mano^^;;mia madre mi lascerebbe andare al massimo a milano, ma non dovrei dirle il vero motivo, sennò me lo vieta (lei diffida di internet, ecc e non sa che ho un blog-_-‘). ciao a te e a benny:*!!!

  6. Ciao ragazzi , buon pomeriggio a tutti voi ! :-D
    Beh , che dire : non si vive di solo pettegolezzo , ma pare che alcuni ne facciano una vera e propria ragione di vita !

    Esagerato ? Ma neanche tanto ….

  7. quella che abita di fronte a me e’ un po’ monella, avra’ una quarantina d’anni, bella donna, mora, con un fisico….da un po’ di tempo, premetto che il marito e’ spesso fuori per lavoro, frequenta un’altro…

  8. Eh si, caro Giomba i pettegolezzi proprio non mi piacciono. Devi sapere che a scuola la maggior parte delle nostre amiche sono tutte pettegole. Addirittura parlano di cose intime del tipo HO VISTO QUELLA TROIETTA CON UN REGGISENO LEOPARDATO!

Scrivi un commento