Personali considerazioni estemporanee

Personali considerazioni estemporanee

Personali considerazioni estemporanee, figlie del ricordo che ho di questo Blog, che, in fondo, ha funzione di “sfogatoio”. E allora, che sfogatoio sia!

Personali considerazioni estemporanee, nate per puro caso una mattina presto, molto presto…

Eppure, mi piacerebbe raccontare cosa si prova ad essere il Blogger più antico d’Italia: dal 4/5/2004, ininterrottamente attivo 365 giorni all’anno. Un record, un vero primato, che passa spesso inosservato, anche perché “ehhh ma non lo puoi dimostrare”. In teoria, basterebbe andarci sul mio Blog, e vedere che ci sono pubblicazioni ininterrotte da quella data, ma voi siete decisamente furbi: non so se esiste un modo per “certificare” ufficialmente questo dato, non so come si faccia legalmente per essere riconosciuto in maniera ufficiale, e nessuno sa come aiutarmi in tale senso. E’ curioso pensare che “non sei degno d’interesse” se non hai la “carta bollata” a dimostrare… Esattamente cosa?

Però, credetemi, è un vero peccato pensare che abbiate bisogno della carta bollata per avere dimostrazione della passione di una persona che, giorno dopo giorno, porta avanti la sua passione da ormai quasi 20 anni, e ancora di più – lo dico con grande franchezza – mi dispiace sapere che si da sempre più spazio, in TV, sul Web, in radio, sulla carta stampata, a “record” molto meno meritevoli e di “durata” molto minore, mentre tante persone come me, e chissà quanti altri, restano in silenzio, nascosti anche agli occhi e alla penna di chi potrebbe raccontare una storia bella, fatta di passione, di grinta, di sacrifici – perché, si! E’ un sacrificio GIGANTESCO portare avanti uno spazio 365 giorni all’anno, anche se lo fai per passione e per piacere! –

Onestamente, lo dico davvero con grande sincerità, mi dispiace vedere quanto spazio si dia a storie che, probabilmente, vale molto meno la pena di leggere e quanto poco se ne dia a chi merita davvero. Qualcuno mi dirà che mi sto vantando, che sono egocentrico, ed io me ne frego altamente: quel che dico è frutto di tanti anni di gavetta VERA, di sacrifici e successi che mi sono costruito da solo, senza mai avere avuto aiuto da nessuno, anche perché ho sempre portato avanti da solo i miei spazi, la mia passione, il mio tempo.
Però, non potete pretendere che non ci sia frustrazione quando ti rendi conto di valere tanto, “ma non sei nessuno se non puoi dimostrare i record di questi tanti anni”.

Se avete davvero voglia di parlarne, i dati sono li. Il resto sono scuse e le chiacchiere stanno veramente a zero.

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU TWITTER: Non perderti il mio format in diretta e partecipa in prima persona! I tuoi commenti saranno letti in diretta! CLICCA QUI!