Posta elettorale indesiderata ? Inviarla è reato !

In periodo di "Campagna Elettorale" e "par Condicio" non si fa altro che parlare delle prossime elezioni del 13 e 14 Aprile , che in alcune città , vedi Palermo e Roma , saranno "doppie" .
Ebbene , giusto poc’anzi leggevo una strana notizia sul sito web de "La Sicilia" , quotidiano catanese (così faccio felice il mio amico Riccardo – forza Palermo sempre ! N.D.Giomba :-) che parla proprio della posta elettorale che spesso ci vediamo arrivare nelle nostre cassette della posta , magari senza che ne abbiamo fatto esplicita richiesta .
Ebbene , sappiate che inviarla senza un’esplicito consenso è un reato : lo ha deciso il giudice di Gela , Maria Gilda Ragusa , che ha condannato la Postel SPA a pagare mille euro di multa per "trattamento non consentito dei dati personali e sensibili" . Un cittadino , infatti , che sentiva violata la propria privacy , si era rivolto al giudice , avendo ragione .
Dalla Postel è giunta notizia che i nominativi delle banche dati sono stati presi dall’elenco telefonico , ma è stata subito fatta obiezione , dal momento che possono essere presi soltanto i nomi che recano , accanto al nome , il segno di una busta , che indica il consenso esplicito alla ricezione di materiale pubblicitario e informativo .

Insomma : c’è chi di pubblicità proprio non ne può più … E magari ha pure ragione !

20 Commenti

  1. tramite il tuo blog invito tutti coloro che ricevono posta cartacea indesiderata ad inviarla a casa mia. ho una stanza adibita alla raccolta carta da usarsi per ravvivare il fuoco del camino nelle lunghe e fredde giornate invernali.

  2. Mamma mia, non me ne parlare guarda!!!
    Ho avuto la “fortuna” di essere portalettere durante l’ultima campagna elettorale un paio di anni fa…
    Doppia posta da portare fuori; motorino pesantissimo; minimo dovevo tornare in ufficio due volte per prendere la posta che non ci stava; gente che come mi vedeva arrivare con tutte ste buste pensava fosse chissà che e, quando scoprivano che era propaganda, mi mandavano quasi a quel paese…
    Bellissimo ricordo… per fortuna non sono più postina!!!
    E per fortuna le cose cambiano!
    Bacio!
    Vania

  3. Si, più o meno la sigla faceva così:
    “Monta su che nemo a piè,
    mi davanti e ti de drè
    co la bicicletaaaaa!”

    (Monta in sella che andiamo a piedi
    io davanti e tu di dietro
    con la biciclettaaaa)
    Canzone popolare del Veneto… anche un po’ senza senso…

    Scherzo!

    Pensa che una volta ho portato 6, dico 6, multe ad una donna, che quando le ha viste ha detto: “Mi stai proprio antipatica in questo momento!”

    Magari dentro di lei mi ha mandato aff…fantastico..
    Kiss

  4. Ciao Daniiii (non ne metto più di così te lo prometto) ma che è ‘sta novità dei commenti ricevuti e pubblicati?

    Se ieri era la festa dei gatti alòlora tanti auguri al MICIONE di Tiscali BLog!!!!

    X Severo: mandami l’indirizzo che ti mando tutto:-D

    X Vania: anche secondo me il senso ce l’ha eccome la canzuncella!!!!

    X Dani: Meschinello il Cagliari ….

    X Lian: Si la tua è una buona alternatiìva all’idea di Severo.

    X Viola: Ti mandi une busade!!!

    e a tutti Mandimandi e mandi Nenet

    e tra un pò passate a leggere il mio post. Fatemelo scrive prima però!!!

  5. caro bar

    qui nn si risponde a TUTTE le mie domande e il cappuccino non era bollente

    qui si perde tempo perke si ha la testa fra le nuvole dell aMMMMMMMMore

    grr tutta invidia la mia… state tranq voi 2

    devo aggiornare il sito uffa

    ciao dani e a tutti qlli ke passeranno da qui a domani

    v

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU TWITTER: Non perderti il mio format in diretta e partecipa in prima persona! I tuoi commenti saranno letti in diretta! CLICCA QUI!