Sempre , sempre , sempre ...


In questi giorni mi è capitato spesso di perdermi nella musica , e sopratutto , tra le tanti canzoni in cui mi è capitato di “calarmi” , c’è ne stata una , che mi ha sempre dato i brividi , ma mai come adesso mi da una grande emozione , una grande atmosfera , e mi fa riflettere , e mi fa pensare , e un pò , forse , mi rende malinconico .
Questa bellissima canzone , cantata da diversi artisti tra cui Mina , Fred Bongusto e il grande Adriano Celentano , è davvero bello , e ripropone una scena che spesso si vede , che spesso , forse , viviamo o abbiamo vissuto .
Vi do un consiglio : procuratevi questa canzone , dopodichè alzate poco il volume dello stereo , ed illuminate la stanza con filtri di luce , e giochi di controluci de ombre : si creerà un’atmosfera davvero magica !
Che bella canzone , e la mia mente vola leggera tra i meandri dei mille pensieri che la avvolgono , che la circondano .
E piano piano scende un velo di malinconia e tristezza su di me , e i pensieri leggeri s’inebriano nell’aria , si sciolgono come una magia , si spandono come l’onda leggera che avvolge il mio cuore , nel silenzio che mi avvolge , e il freddo della solitudine , piano , si fà più grande .
Il pensiero di sentirsi soli , forse di esserlo , ci rende vulnerabili , e vorremmo che tutto intorno il mondo parlasse di noi , delle nostre paure , dei nostri affanni , dei nostri pensieri che non ritornano .
E vorremmo stringere mani amiche , ma quelle mani non ci sono , sono troppo lontante da noi , e vorremmo vedere occhi d’angelo , visi angelici che regalino felicità al nostro cuore .
Quell’angelo , ora dov’è ? Dove sono gli amici quando avresti bisogno di loro ? Dove sono ?
Perchè quell’angelo ora vola alto , leggero , forse troppo lontano da me , che non ho più la forza di inseguirlo …
I pensieri , piano , diventano come foglie d’autunno , gialle e rosse , leggere sotto il cielo freddo del mattino , e il vento soffia piano sulla pelle e sul cuore , e accarezza quel viso , e porta via leggera una lacrima , che brilla in controluce , colpita dai raggi del sole , e sembra come una goccia nell’oceano , perla d’argento nella notte , vita e speranza di un amore , sofferenza nel cuore che non passa più , come un coltello .
Emozioni di vita come foglie d’oro , come le foglie che fanno filtrare il sole in controluce , e quell’angelo che è lontano da me , e soffro rivedendo scene irripetibili , ormai troppo lontane , perse nelle lancette inesorabili di un orologio che non si ferma più .

E l’unico desiderio è far tornare indietro il tempo …

3 Commenti

Scrivi un commento