Si deve demolire per ricostruire più forte di prima!

Si deve demolire per ricostruire più forte di prima!

Si deve demolire per ricostruire più forte di prima! A volte è necessario fare piazza pulita per rendere ancora più forti le fondamenta e tutto il resto!

Si deve demolire per ricostruire più forte di prima: seguitemi nella metafora.

La sirena dal cantiere è suonata. Via alle opere.

Non c’è, purtroppo, più tempo. Il cancello del cantiere è sempre aperto e chiunque può entrare, ma il capo cantiere è stato chiaro. “Non possiamo più aspettare: le opere devono iniziare. Ogni giorno che passa perdiamo di salute attendendo che le opere si svolgano da se. Non abbiamo più tempo per attendere”. La sirena è suonata e le gru, gli escavatori, i bulldozer hanno iniziato il loro lavoro: si dice che va demolito tutto per ripartire, e ripartire ancora più forti di prima.

C’è una storia che gira da tanti anni: qui vicino, ad esempio, si erge un palazzo enorme. Ebbene: narra la vicenda – che vicenda non è, perché ci sono tanto di prove storiche e di memoria storica da parte di chi ha vissuto quell’esperienza! – che il palazzo venne ultimato negli anni 60. Dopo la fine dei lavori, si accorsero che qualcosa non andava, in quanto un intero piano presentava problematiche. Ebbene: il palazzo venne tirato nuovamente giù, distrutto – visto le problematiche di natura statica che avrebbero impedito non soltanto la civile abitazione ma, di fatto, avrebbero sicuramente visto una bocciatura in fase di collaudo – e venne ricostruito, questa volta in maniera corretta e senza errori di alcun tipo!

E’ questa la verità: bisogna demolire per ricostruire in maniera ancora più forte. E il capomastro, questo, lo sa. Lui è uno di esperienza, fa questo mestiere da moltissimi anni! Ma proprio perché è una persona di esperienza, sa bene che demolire non significa scappare alle proprie responsabilità, e per questo motivo lascia sempre la porta del cantiere socchiusa. Per carità: i lavori devono sicuramente andare avanti, perché i lavori – come la vita – non si possono arenare in attesa di miracoli. Però, chissà che presto non possa sorgere, nuovamente, un meraviglioso palazzo più bello e più forte di quello precedente, rinforzato dalla consapevolezza – da parte degli ingegneri – degli errori strutturali del precedente, così da permettere il ritorno a quelle abitazioni. E se la gente non tornerà, male che vada si sarà costruito un palazzo molto più forte di quello di prima, che permetterà di accogliere nuovi volti e nuove storie!

Dedicato a chi sa leggere OLTRE IL SIGNIFICATO di questo testo.

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU TWITTER: Non perderti il mio format in diretta e partecipa in prima persona! I tuoi commenti saranno letti in diretta! CLICCA QUI!