Strano tempo che va ...

C’è qualcosa di strano in questo tempo che ti sfugge tra le dita come stelle che volano verso il firmamento di una vita che passa .
L’agenda è lì sul tavolo : segna il tempo , appuntamenti , scandisce parole , gesti , frasi . Poi , il vuoto : fogli bianci ,.  righe vuote su cui non v’è scritto nulla se non uno strano vuoto , uno strano senso di vuoto . Qualche appunto sporadico , due righe per ricordarsi un nonsochè , un appunto preso in fretta , in piedi , appoggiato ad un muro per scrivere .
Tanti pezzettini di carta , tante voci , tante persone , tanti sguardi .
Ha uno strano senso il tempo che passata , le giornate che si ripetono tutte uguali , diverse qualche volta , scandite daappuntamenti precisi che segnano le parti della giornata .

"Le emittenti televisive usano il meccanismo di seguire l’arco della giornata per programmare i loro palinsesti . Il palinsesto può essere orizzontale oppure verticale . Quello orizzontale è quello che viene definito "fascia" , e tenta di fidelizzare gli spettatori attraverso orari ben precisi a cui si ripete un evento . E’ il classico esempio della fascia giornaliera di programmi come "Grande Fratello" , il cui riassunto delle giornate va in onda ogni sera al solito orario . Attraverso questo sistema si crea , quindi , un punto di riferimento preciso per chi guarda la TV . Così , ad esempio , saprà che se sente la sigla del TG , come ogni giorno , è l’ora di pranzo o di cena . Sempre seguendo questa tecnica , molti programmi seguono il naturale correre della giornata . Così , alle otto del mattino ci saranno programmi in cui si fa colazione e a mezzogiorno quelli in cui si pranza .
La fascia verticale , invece , è quello che viene definito "Effetto Catenaccio" : l’esempio pratico potrebbe essere quello di Canale 5 . Prendendo come esempio la fascia delle ore 14 , seguono , l’una dopo l’altra , Cento Vetrine , Uomini e Donne , un telefilm , il programma della fascia preserale , come "Chi vuol essere Milionario" o "Passaparola" , il TG5 , Il Meteo , Striscia la Notizia , un film , Matrix o il Maurizio Costanzo Show" . Attraverso l’effetto catenaccio , infatti , la trasmissione precedente annuncia quella che segue e fa in modo che lo spettatore resti sul canale , che nel nostro esempio è "Canale 5" ma può essere un canale qualsiasi . Di certo , in molti dopo il TG5 , per l’"effetto catenaccio" restano su Canale 5 per vedere Striscia la Notizia !"

Quando penso al tempo che passa , alla sua relatività , mi tornano alla mente queste parole di una lezione che ho ascoltato qualche tempo fà . Spesso mi chiedo se il nostro tempo non sia programmato "a priori" , se il suo lento defluire non sia frutto della nostra mente , dei nostri impegni , del nostro organizzarci , se "gli alti e i bassi" , il susseguirsi di giornate piene fino al collo e di giornate completamente vuote e "sfaccendate" sia solo una norma della mente , o se qualcosa , qualche meccanismo , sia nascosto in noi , nel susseguirsi di alba e tramonto , di giorni , di mesi , di anni , spesso uguali , spesso pieni di nuove emozioni …

8 Commenti

  1. Qualche scienziato ha ipotizzato che i “detentori” del nostro tempo, cioè della quantità di tempo concesso ad ogni singolo individuo, siano gli introni ovvero segmenti di DNA che non codificano per nessusa proteina. Apparentemente questi spezzoni non hanno senso di esistere, non contengono informazioni…apparentemente!

    E’ molto poetico il tuo post, mi piace. Penso che lo rileggerò da “capo”.

    Ciao.

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU TWITTER: Non perderti il mio format in diretta e partecipa in prima persona! I tuoi commenti saranno letti in diretta! CLICCA QUI!