Un sabato sera con la voglia di tornare indietro , ora che ci sono le esperienze


Ieri sera è stata la tipica “serata anormale” , o quantomento “non normale” rispetto ai canoni di “normalità” che intendo io . E’ stata una serata di pensieri e di emozioni , di poco ballo in verità , e se volete anche di poco divertimento , ma di molta riflessione .
Eravamo seduti al tavolo io e i miei amici , e accanto a noi una piccola bimbetta bionda , con le trecce e gli occhi azzurri , stava imparando a muovere i primi passi . Il mio amico esordisce con una frase che è quella che ha dato il “La” a tutte le riflessioni della serata : “Daniele , pensa che bello se si potesse tornare indietro , all’eta di quella bimba . Quante cose potremmo cambiare , quante cose si potrebbe rinnovare , sopratutto dopo aver vissuto le esperienze fino ad ora . Magari rivivere le stesse cose facendo tesoro delle esperienze , e non commettendo più gli stessi errori”
Questa frase ha fatto partire tutte le considerazioni e i pensieri della serata . La mente comincia a volare verso mille frasi e sensazioni , e un senso di tristezza mi pervade , divorando in me la voglia di andare a ballare e divertirmi . Comincio a riflettere …
Guardo gli amici mentre ballano e si divertono , e riflettono che sono proprio quelle semplici cose che mi mancano che mi fanno soffrire . Quanto ho soffertoieri sera , quanto bisogno di una carezza , di una parola daolce da parte di qualcuno che mi fosse accanto , che possa darmi un bacio e un piccolo sorriso , ma quant’è lontano quel sogno , quant’è lontana quella luce che vorrebbe splendere nel mio cuore …
Mi alzo , voglio fare almeno un passo : parte la solita rhumba , alternata ad un silenzio che mi distrugge , a quei pensieri che mi fanno stare male . Non ho avuto più voglia di stare lì , la musica era troppo alta per quel silenzio che invece era in me , che urlava , che mi ha abbandonato in un deserto di solitudine , di tristezza . Stavo male per tutti quei pensieri .
Corro verso casa : stranamente ho sonno , e nonostante era ancora “presto” (sebbene era l’una e mancava oltre un ora , non riuscivo più : troppi pensieri …)
Arrivo a casa e vado a letto : subito tanto sonno , subito comincio a sognare ancora il mio amore , ancora una volta .
Sognavo di essere all’Università , e di conoscere una ragazza . Aveva i capelli biondi , dolci labbra . Parliamo parliamo , poi comincia la lezione . Alla fine della lezione la rivedo all’ingresso . Aspettava me , mi stringe forte e mi bacia . Ammette di essersi innamorata di me . Poi mille immagini , insieme a questa ipotetica ragazza , sicuramente un “simbolo” della mia sofferenza e del mio bisogno d’amare . Insieme , felici …

E’ il segno che sono arrivato al punto di saturazione …

9 Commenti

  1. Mi é kapitata la stessa identika kosa la sera skorsa, durante una cena kon mio fratello ci siamo fatti questo diskorso e le emozioni di quel momento mi hanno katturato…la malinkonia ha invaso i miei pensieri…ke strana la vita…un abbraccio forte

  2. Caro Giomba,
    penso di comprendere appieno quello che provi, ho passato un anno e mezzo a cercare disperatamente quell’amore, quella carezza, quel senso di sicurezza, di caldo tepore dopo averlo perso miseramente. E sono solo capitata in tante situazioni sbagliate, tanti uomini inutili, cercavo me stessa in loro e non capivo che tutto quello di cui ho bisogno è qui, ora, vicino a me, perchè è esattamente me stessa! E dopo l’ultimo uomo sbagliato ho cominciato a farmi quelle carezze e ad amarmi…e sento di star bene!
    Prova a concentrarti su te stesso, prova a farti quelle carezze…ti accorgerai di quanto il mondo è meraviglioso!
    Un abbraccio

  3. ciao mio bel guerriero! beh ci credi sei riuscito a farmi piangere!
    come un tontola! le tue parole … se non hai avuto voglia neanche di scatenarti …
    e in più sta canzone che è semplicemnte bellissima
    per le parole e la voce!
    lo capisco cosa vuol dire aver voglia di amare e
    di essere amati … alla tua età! manca! tanto!
    e tu ce l’hai taltmente dentro di te che senti
    il bisogno di vederlo esplodere! i tuoi sogni …
    che belli! posso immaginare il tuo cuore che scoppia!
    ce l’hai così limpido che traspare sempre!
    ti abbraccio! vedrai che prima o poi ci sarà
    quella ragazza … quella carezza … samckkkk
    sei stupendo! moh se si è allagato il blog!
    colpa tua!!!! mi sono scese le lacrimoni da schianto!
    sollettichetti e morsssichetti!
    ahahahaah buonanotte! a domani.

  4. Arriviamo tutti (a periodi) purtroppo a punti di saturazione: le persone in gamba come sono certa tu sia, sanno che arrivati a quel punto puoi solo fare una cosa, una soltanto.
    Risalire la china, con fatica, con lacrime, con amarezza, ma con tante mani che se alzi il viso potrai vedere tese verso di te.
    Dani caro, apprezza il fatto di essere tutto quello che sei, alla tua giovanissima età, di avere il cuore che hai, la sensibilità che hai, di aver raggiunto le mete che già hai raggiunto.
    E, non so se sbaglio, ma penso che di amori nella vita se ne vivano tanti, ma quello vero, ….è unico, e basta aspettarlo, arriverà..
    O almeno spero :-))) capisci a me!!!

    Ti auguro una buona giornata.
    Ti tendo la mano e sorrido.
    Simo

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU TWITTER: Non perderti il mio format in diretta e partecipa in prima persona! I tuoi commenti saranno letti in diretta! CLICCA QUI!