Il vento della guerra e le battaglie di ogni giorno

S’alza il vento di guerra: è un vento che sa di morte, di freddo, di battaglie, di dolore.

Lo spettro della guerra, visti i recenti fatti accaduti, è ormai inevitabile: ancora la TV disegna scene di morte, di silenzi, di freddi respiri che si perdono tra i rumori dei missili, delle bombe, degli spari. Ancora vite che perdono il loro cammino su un campo di battaglia, dove non ci saranno mai ne vincitori, ne vinti.

La guerra non è solo quella che si combatte con i carrarmati, con le mitragliette, con le bombe: la guerra è quella di ogni giorno, quella contro cui ognuno di noi combatte.

L’odissea di un lavorare che si alza alle cinque del mattino per andare a lavorare, che deve campare una famiglia con un solo stipendio, per poi ricevere una miseria. La guerra di chi non sa più dove sbattere la testa, di chi non sa più come sfogare la disperazione di mille cose da pagare, di bollette sempre più care, di vita sempre più cara, di disperazione su disperazione che t’annaglia la gola, quando devi campare una famiglia e non sai che fare.

La guerra di ogni giorno è quella del non aver una riconoscenza dalla vita: la guerra del silenzio, delle paure, dei pensieri, dello stress, della voglia di urlare e di non poterlo fare, delle preoccupazioni che sanno dividere e non unire, di chi non capisce, di chi non capirà mai cosa significa dover vivere con una miseria.

Gli eroi non vivono soltanto sui campi di battaglia: gli eroi, quelli veri, vivono attorno a noi. Non usano le bombe per parare i colpi della vita che, spesso, purtroppo, è un nemico da affrontare, ma usano le mani spaccate dal lavoro, le rughe scavate sui visi. E anche loro combattono una battaglia. Una nuova, ogni giorno.

4 Commenti

  1. Pingback: upnews.it

    Il vento della guerra e le battaglie di ogni giorno…

    S’alza il vento di guerra: è un vento che sa di morte, di freddo, di battaglie, di dolore. Lo spettro della guerra, visti i recenti fatti accaduti, è ormai inevitabile: ancora la TV disegna scene di morte, di silenzi, di freddi respiri che si perdono …

  2. Pingback: diggita.it

    Il vento della guerra e le battaglie di ogni giorno…

    S’alza il vento di guerra: è un vento che sa di morte, di freddo, di battaglie, di dolore. Lo spettro della guerra, visti i recenti fatti accaduti, è ormai inevitabile: ancora la TV disegna scene di morte, di silenzi, di freddi respiri che si perdono …

  3. Pingback: ZicZac.it, clicca qui e vota questo articolo!

    Questo articolo è stato segnalato su ZicZac.it….

    S’alza il vento di guerra: è un vento che sa di morte, di freddo, di battaglie, di dolore. Lo spettro della guerra, visti i recenti fatti accaduti, è ormai inevitabile: ancora la TV disegna scene di morte, di silenzi, di freddi respiri che si perdono …

  4. Pingback: notizieflash.com

    Il vento della guerra e le battaglie di ogni giorno…

    S’alza il vento di guerra: è un vento che sa di morte, di freddo, di battaglie, di dolore. Lo spettro della guerra, visti i recenti fatti accaduti, è ormai inevitabile: ancora la TV disegna scene di morte, di silenzi, di freddi respiri che si perdono …

Scrivi un commento

SEGUIMI ORA SU TWITTER: Non perderti il mio format in diretta e partecipa in prima persona! I tuoi commenti saranno letti in diretta! CLICCA QUI!