Il Giomba intervista i bloggers di Tiscali : intervista ad Anathea (I Parte)


Amici blogger , l’intervista di questa settimana è forse una delle più profonde ed emozionanti che io abbia mai fatto . La grande blogger che ho intervistato , infatti , mi ha saputo davvero regalare sensazioni interessanti , e sopratutto , devo dire , mi è anche molto simpatica visot che condividiamo alcune passioni !
La blogger in questione è Anathea (o semplicemente Gloria : lo devo dire altrimenti mi prende a mazzate :-) che vorrei ringraziare particolarmente , sia per l’intervita che per le emozioni che ha regalato a me e , di certo , non mancherà di regalare anche a voi !

__________________

11/12/2005

Ciao Anathea ,anzitutto grazie per aver accettato quest?intervista !
Figurati! E? da tempo che leggevo le tue interviste e, segretamente, speravo di venire presto invitata da te!!! In fondo, si sa, ogni aspirante scrittore è un po? (tanto) narciso!

Iniziamo con la domanda che pongo a tutti i bloggers di Tiscali : cosa ti ha spinto ad aprire questo blog ?
Il blog è nato dopo una cattiva esperienza su Mailing List di scrittura. Desideravo condividere i miei scritti, parlarne, ma anche avere la chance di ritrovarli in fretta, quando ne avessi avuto bisogno. Quindi, all?inizio il blog è stato uno spazio per ?comodità? più che una scelta consapevole.

A proposito del tuo blog : ?Nelmare dei pensieri? . Questo è il titolo dle tuo blog . E? un titolo molto profondo , che lascia molto spazio all?immaginazione . Come mai questo titolo ? Potresti spiegarcelo ?
La spiegazione sarebbe lunghissima, ma cercherò di riassumere il più possibile. Quando ho aperto il blog, ormai più di due anni fa, spiegavo a tutti che il mare era la mia passione maggiore. Non ho mai sofferto di ?horror vacui?, e, al contrario, amo gli spazi estesi: ho la sensazione di potermi perdere laggiù. Così, ho legato la perdizione nel mare ai pensieri ? i miei pensieri -, come se si trattasse di un invito ai lettori: ragazzi, venite qui e perdetevi tra le mie parole!

Iniziamo parlando di te : chi si nasconde dietro questo nickname ? Intendo , chi sei veramente ? Fatti conoscere dai bloggers di Tiscali !
Bene, questa è una bella domanda, ma molto difficile. Parto con le informazioni innegabili: mi chiamo Gloria, ho 20 anni anagrafici, anche se me ne vengono imputati molti di più dai lettori di Tiscali! Abito in una zona sperduta della provincia di Pavia, frequento il secondo anno di ?Filologia e Storia dal Medioevo all?età contemporanea?, un nome di corso più lungo che il suo piano di studi. Che altro?! Ho una sorella minore che adoro, quattro cani, due pc, una forte passione per l?informatica, per la lettura e la scrittura e per le nuove conoscenze. Spesso vengo considerata troppo egocentrica o estroversa, ma dietro a un sorriso disinvolto non c?è solo sicurezza.

A proposito del tuo nick , che è davvero bello : da cosa deriva ? Potresti spiegarci il perché di questo nick ?
Certo. Il nome è d?origine celtica. Tutto è cominciato quando mi accostai a questo genere musicale, oltre cinque anni fa: trovai una canzone, cantata da Beth Patterson, intitolata per l?appunto ?Anathea?. La protagonista era una donna decisa, pronta a tutto pur di salvare il fratello condannato dai Galli. Ricordo che tradussi il testo con l?aiuto del dizionario e, alla fine dell?opera, rimasi tanto impressionata da scrivere personalmente la storia di Anathea. Mi documentai sui celti per le basi storiche e scrissi un piccolo romanzo di circa duecento pagine, adesso sepolto nel tipico baule di fogli sprecati ? non ditelo a Greenpeace! -. Sostanzialmente, Anathea è diventata l?eroina creata da me, a cui ho voluto tendere.

Descriviti utilizzando tre aggettivi …
INTENSA, perché non riesco a lasciare che le cose mi oltrepassino, ma devo per forza capirle e viverle
BUONA, ?troppo? dicono gli amici, perché credo sempre nelle seconde occasioni, nelle terze, nelle quarte?
IN ATTESA (so che non è un aggettivo, ma?), perché c?è un raggio di sole che deve ancora illuminarmi

Se volessi paragonarti ad un colore , quale sceglieresti e perché ?
Sceglierei il blu, perché è l?unico colore prodotto dal riflesso del cielo nell?acqua. Mi sembra splendido questo gioco di rimandi. (E’ fantastico ! N.D.Giomba :-)

Se ti fosse data la possibilità di nascere un’altra volta , chi vorresti essere e perché ?
Sinceramente, non vorrei essere nessun?altra donna. Mi sono accettata bene e, tutto sommato, con i miei alti e bassi, mi amo. Perché?! Perché è inutile continuare a guardarsi allo specchio e sognare zigomi diversi, fianchi diversi, quando in realtà si può migliorare e mettere in risalto i propri.

Sempre immaginando che ti fosse data la possibilità di nascere un’altra volta , rifaresti tutto di ciò che hai fatto nella tua vita ?
Sto cercando di dire di ?Sì?, perché così vorrebbe una analisi attenta. Sostanzialmente, direi che dovrei solo imparare a fidarmi di meno delle persone: la conclusione del liceo è stata l?amara conferma di questo.

Hai dei rimorsi ?
Chi non ne ha? Il più grande rimorso è sempre lo stesso: capire di amare qualcuno, solo dopo averlo perso.

E dei ripensamenti ?
Non aver detto ?ti amo? a chi lo meritava, e aver sprecato queste due parole per un semplice amico.

Come descriveresti la tua vita ?
In questo momento, direi impegnata. Le ore sembrano sempre troppo poche, ma, tutto sommato, riesco a mantenere una certa tranquillità. (Beata tu , gioia mia ! N.D.Giomba :-)

Parlaci delle tue passioni : cosa ti piace fare e cosa proprio detesti assolutamente fare ?
Ah, mi piace assolutamente: il rumore delle barche di sera, quando non c?è nessuno; la sveglia in quei mattini riposati quando sei in pace col mondo; il sole in Pavia, dopo la nebbia del mattino; un bacio salato che non ci si aspetta; un abbraccio d?amore dove nessuno può spiare; scrivere le mie emozioni e poi sorriderne; i ritardatari cronici che diventano puntuali almeno per una volta; le lacrime in compagnia davanti a un film; l?arrivo del sonno; i sogni erotici che lasciano a guardare il soffitto; la mia Clio, soprannominata ironicamente Quicky . (E’ tutto molto poetico … N.D.Giomba :-)
Se potessi, cancellerei: le mattine freddissime in università; la fretta dei pullman quando stai in piedi, schiacciata contro la porta e loro frenano a 100 km/h: la musica hardcore; la lontananza; l?ipocrisia di chi non ti dice che sembri una nonna con quella gonna; le ciucche croniche, passate e dimenticate; gli approfittatori che vogliono chiamarsi ?amici?; i film porno che mettono tristezza; i treni sporchi.

(Segue …)
Riferimenti: La seconda parte dell’intervista

4 Commenti

Scrivi un commento