Tecnologia, il Touchscreen potrebbe presto scomparire

Touchscreen a rischio: l’esaurimento dei materiali necessari alla produzione potrebbe mettere in forse il futuro tecnologico. I dettagli.

L’Ossido di Indio e Stagno si sta esaurendo, e ciò potrebbe comportare la “prematura scomparsa” della tecnologia Touchscreen: alla base dei sistemi “al tocco”, infatti, ci sono proprio questi due elementi che, pian piano, stanno finendo. Le riserve attuali potrebbero bastare solo fino al 2020. E poi? E poi c’è una vera incognita: la scienza è già al lavoro per cercare delle alternative. La più “accreditata”sembra essere, attualmente, l’ossido di zinco potenziato con alluminio, ma la tecnologia è ancora troppo embrionale per rassicurare sul futuro dei display capacitivi.

Naturalmente, questo ha comportato un incremento vertiginoso del prezzo dell’Ossido di Indio e Stagno: nell’ultimo anno, infatti, la preziosa materia prima è aumentata di prezzo in percentuale pari al 25%, e la tendenza non sembra accennare ad una diminuzione.

Che sia la fine di un’era e, forse… L’inizio di un’altra ancor più futuristica?

Scrivi un commento