"Tutto il casino fatto per averti , per questo amore che era un frutto acerbo"


Da un paio di giorni ascolto questa bellissima canzone di Eduardo De Crescenzo , e non so perchè mi tornano alla mente le immagini dei tredici mesi che sono passati , che sono fuggiti dalle mie mani , dal mio cuore , dal mio tempo , e ormai vedo colare così lontani da me , così distanti , così silenziosi , così tremendamente lontani .
Ma in fondo , non posso nemmeno disperarmi , perchè tante volte ho ripensato a tutto , e sebbene so che non sono soltanto io a provare un sentimento , so anche che , purtroppo , questo amore non viene vissuto come vorrei , non viene vissuto con la stessa spinta di un tempo , ma viene vissuto , diciamo , “superficialmente” e non come andrebbe vissuto , con la stessa passione che ha unito il tempo che è passato e che ormai non torna più .
Pasienza , forse dovrei rassegnarmi ed imparare a non sperare più , ad abbandonare tutto quanto e ricominciare un altra vita , stringendo altri cuori ed altre mani , e vorrei pensare che forse è facile , ma è terribilmente complicato e difficile trovare la dimensione dei miei sentimenti , del mio tempo che ormai non passa più …
Pensavamo che durasse a vita , ci avremmo giurato , e credo che se un giorno qualcuno ci avesse detto come ci saremmo ridotti , sono certo che avremmo fatto una grassa risata e tranquillamente affermato che non eravamo noi …

… E invece eccoci qua : distanti e silenziosi in questo tempo senza di noi …

5 Commenti

Scrivi un commento