Ho imparato a mettere tutto in discussione. Sempre.

Ho imparato a mettere tutto in discussione Sempre

Ho imparato a mettere tutto in discussione. Sempre. L’ho imparato sulla mia pelle, con la sofferenza e con le lacrime, ma finalmente l’ho imparato.

Ho imparato a mettere tutto in discussione. Sempre.

L’ho imparato facendo pratica sulla mia persona: beninteso, io la pratica sulla mia persona me la sarei risparmiata ben volentieri eh, ma quando ti ritrovi ad aver a che fare con persone che pretendono di farti sentire in colpa per delle colpe che non hai, e, quando il tempo è finalmente passato e tutto è divenuto, magicamente, più chiaro, e capisci che tutto è stato assolutamente inutile e falso, ti rendi conto che giunge il momento di mettere tutto in discussione, sempre.

Prima ero maggiormente incline a credere a ciò che mi diceva la gente, e proprio per questo certe persone senza scrupoli sono state in grado di addossarmi sensi di colpa che neppure avevo, giocando proprio su questo stupido modo di agire. Adesso, metto tutto in discussione: mi dicono qualcosa? Mi offendono? Mi giudicano? Prima di credere che quelle parole siano verità sacrosanta e pensare che sia “oro colato”, metto sempre tutto in discussione, rifletto, penso, rimugino se è anche il caso, ma mi chiedo se chi mi ha detto una determinata parola ci creda davvero, lo abbia fatto soltanto per farmi del male o perché ha detto una verità.

Ho imparato anche a confrontarmi, ancor prima che con me stesso anche con gli altri: se mi rendo conto che tutto ciò che è stato detto è solamente fonte di frustrazione inutile e fasulla, semplicemente lascio scivolare con un sorriso. Potrebbe anche capitare che una critica sia, realmente, fondata: in quel caso basta soltanto imparare qualcosa per rendersi persone migliori, per crescere e per migliorarsi.

Non è facile ma è stato assolutamente necessario, per evitarmi inutili sofferenze, ma, sopratutto, per diventare davvero una persona più forte e, per certi versi, decisamente più saggia!

Scrivi un commento