Le paure che ho combattuto da solo

Le paure che ho combattuto da solo

Se qualcuno mi chiedesse qual’e la parte più difficile di questi anni  direi sicuramente quella delle paure che ho affrontato da solo…

Le paure che ho affrontato da solo: sicuramente sono state tante, non lo posso negare, e quasi tutte sono state frutto della mia mente e di una irrazionalità di pensiero capace di fare realmente la differenza, ma non posso – altrettanto – negare che quelle stesse paure mi abbiano catapultato in momenti adrenalinici in cui, da solo, ho dovuto cercare modi e soluzioni per uscire dagli empasse che si sono venuti a creare.

Per carità: probabilmente accade più spesso di quanto non si possa immaginare e a tanta gente, più di quella che si pensa, ma è sempre difficile superare, da soli, le proprie paure e le proprie ansie, così come è altrettanto importante e soddisfacente accorgersi di avercela fatta, nonostante tutto e tutti, nonostante il tempo e nonostante tanti cattivi pensieri pronti a rovinarti le giornate  Se solo tu gli concedi di farlo…

…Non è detto, infatti, che le nostre ansie – razionali o irrazionali che siano – debbano necessariamente rovinarci la vita! Addirittura talvolta, se ben ragionate e ponderate, possono diventare un importantissimo spunto di miglioramento per la nostra vita e la nostra consuetudine giornaliera, perché ci permettono di capire quali punti del nostro tempo possiamo migliorare e quali “punti interiori” di noi stessi possiamo rafforzare per diventare più forti, e, magari, anche più felici!

Insomma, non è poi così difficile affrontare le proprie difficoltà, le proprie ansie e le proprie paure, anche quando si è soli, e, ragionevolmente, sperimentiamo sensazioni di timore: bisogna solo ripensare l’ansia e la nostra vita, concependo quelle sensazioni come propedeutiche ad un nostro vero, sincero, radicale, definitivo, profondo cambiamento verso un domani migliore per noi stessi e la nostra vita  Che di questi tempi – diciamolo – non è affatto poco!

Scrivi un commento