Perdere peso? E' più facile mangiando agli orari giusti!

Perdere peso è facile se si mangia ai giusti orari

Perdere peso è più facile se si mangia agli orari giusti: lo conferma la scienza al termine di un recente studio. I dettagli.

Perdere peso, si sa, non è mai facile, almeno che non si seguano i giusti orari per il pranzo, la cena e gli altri pasti: lo conferma un recente studio del Pennington Biomedical Research Center, secondo cui sono proprio gli orari a far la differenza nella perdita di peso!

Ecco che, seguendo questo principio, quindi, sarà più facile dimagrire se si pranza prima delle 14, dal momento che il grasso che verrà bruciato durante la notte sarà maggiore: si è giunti a tale risultato grazie ai test condotti su 11 uomini e 11 donne in sovrappeso.

Ai partecipanti è stato chiesto di consumare i pasti dalle 8 alle 20 per 4 giorni, e dalle 8 alle 14 per 4 giorni, assumendo, però, la stessa quantità di calorie ogni giorno: i risultati, al termine del test, sono stati a dir poco sorprendenti. Con grande sorpresa anche degli stessi ricercatori, infatti, chi ha mangiato tra le 8 e le 14 ha bruciato molto più facilmente i grassi di chi ha mangiato dalle 8 alle 20. A fare la differenza sarebbero state le 18 ore di digiuno, che, al contrario di quanto si pensi, hanno fatto la differenza anche nel mantenimento dei “livelli di appetito” dei partecipanti, che, curiosamente, non sembrano aver patito eccessivamente i morsi della fame!

Appare chiaro, quindi, che l’orario di consumo dei pasti fa una differenza netta ed importante sul nostro metabolismo. Gli esperti commentano:

Abbiamo scoperto che mangiare tra le 8 e le 14 seguito da 18 ore di digiuno al giorno contribuisce a far bruciare i grassi più velocemente, mantenendo costanti i livelli di appetito durante la giornata.

Insomma: se proprio non riuscite a perdere peso, questa potrebbe essere la strada giusta. Provateci e fateci sapere come va, ma, sopratutto, fateci sapere se, realmente, siete riusciti a contrastare la fame nelle 18 ore di digiuno!

Scrivi un commento