Riesco ancora a sorridere anche se le lacrime non si cancellano

Riesco ancora a sorridere anche se le lacrime non si cancellano

Riesco ancora a sorridere anche se le lacrime non si cancellano, come non si cancella il dolore di quei giorni di profonda e vera tristezza…

Riesco ancora a sorridere anche se le lacrime non si cancellano: sarà che il tempo è, ormai, passato, e mi lascia quasi indifferente, quasi insensibile, di fronte a tutto quel che è stato, o sarà che, forse, passata la tempesta resta solo il bello dei ricordi e della vita che è passata, ma riesco ancora a sorridere, anche se – è vero . le lacrime di quei giorni di dolore non si cancellano, come non si cancella l’attesa di una vita cancellata, il ricordo di un tempo bello in cui tutto poteva cambiare, in cui tutto era ciò che desideravamo, ma tutto si è rivelato per quel che davvero era, ed è.

Però riesco a sorriderne, quando riguardo – anche per caso – una foto, un video, un sorriso ebete nasce, comunque, sul mio viso, ricordando quanto di bello ci sia stato, quanto di interessante e coinvolgente possa esserci stato in quel che ho creduto essere una vita vera da coltivare ma che, ahimè, come spesso accade a migliaia, milioni di gente, si è rivelata un enorme bluff!

Non rinnego niente di allora ne della vita che ho adesso e che ho costruito con enorme e gigante fatica, ma qualche cosa di bello, in fondo, deve pure esserci rimasta, e se non è rimasta è soltanto per la chiara voglia, per il chiaro desiderio, di rinnegare ci che si è per dimostrare di essere qualcosa di diverso rispetto ad allora, ma non è niente di tutto questo, e nel nostro profondo sappiamo bene come le cose vanno.

Ma no, non importa: quel che conta davvero è che, in questa nuova vita, mi porto appresso uno scatolone di ricordi che non apro quasi più, ma che ha al suo interno gran parte di quello che ero e che – dignitosamente – non ho rinnegato. Non io.

Scrivi un commento